INTERROGAZIONE VALLASCAS, M5S CAMERA, SU AZIENDE AGRICOLE DELLA SARDEGNA

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18480

presentato da

VALLASCAS Andrea

testo di

Mercoledì 15 novembre 2017, seduta n. 886

VALLASCAS. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

l'ultima stagione estiva si sarebbe rivelata fortemente penalizzante per il comparto agropastorale della Sardegna, per effetto delle condizioni climatiche avverse caratterizzate da una straordinaria e prolungata siccità;

secondo quanto hanno riportato numerosi organi di stampa, questa situazione avrebbe avuto pesanti ripercussioni su colture e allevamenti e avrebbe inciso sulla redditività e sulla sopravvivenza stessa di numerose aziende del settore;

tra le altre cose, è il caso di osservare che gli allevatori del comparto ovicaprino, a fronte di una situazione di aridità e secchezza dei terreni da pascolo, avrebbero affrontato ingenti costi per acquistare il mangime necessario al bestiame;

nei giorni scorsi, anche a seguito delle azioni di protesta degli operatori del settore e dei rappresentanti di categoria, in Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la declaratoria sulla siccità in Sardegna, provvedimento che, secondo quanto riportano gli organi di stampa locali, sarebbe stato approvato dalla giunta regionale il 27 settembre 2017 e firmato dal Ministro interrogato il 26 ottobre 2017;

secondo quanto si apprende da alcuni organi di stampa, le pratiche sarebbero passate di competenza ad Argea che dovrebbe sovrintendere all'erogazione di circa 45 milioni di euro volti a ristorare i pastori sardi con un finanziamento pari a 13 euro a capo;

secondo il quotidiano l'Unione Sarda del 5 novembre 2017 «Fino a oggi sono state presentate poco più di tremila domande a fronte di circa 12mila aziende ovicaprine presenti in Sardegna. I pagamenti procederanno secondo l'ordine di arrivo delle richieste»;

le organizzazioni di categoria avrebbero formulato alcune osservazioni negative sulle modalità e sui tempi di erogazione delle somme previste;

in particolare, avrebbero espresso delle contrarietà sul fatto che le somme da erogare verrebbero trattenute in via prioritaria dall'Inps per compensare eventuali posizioni debitorie con l'ente da parte delle aziende;

questa circostanza penalizzerebbe oltremodo le aziende agricole della Sardegna che da tempo attraverserebbero una situazione di grave sofferenza finanziaria per effetto delle avverse condizioni di mercato e delle croniche difficoltà del comparto ad accedere al credito bancario;

a questa situazione si aggiungerebbe anche la grave circostanza che eventuali posizioni debitorie con l'Inps si sarebbero determinate proprio dalla necessità di sostenere gli alti costi degli allevamenti determinati dalla siccità;

tra le soluzioni prospettate dagli allevatori ci sarebbe anche quella di programmare una rateizzazione dei debiti senza incidere sulla qualità e sulla consistenza delle provvidenze;

è il caso di rilevare che le associazioni di categoria avrebbero formulato osservazioni critiche sui tempi di erogazione delle somme che, secondo alcuni organi di stampa, non verranno erogate prima del mese di gennaio 2018 –:

se quanto esposto in premessa corrisponda al vero;

quali iniziative il Governo intenda adottare, per quanto di competenza, per fare in modo che gli effetti delle provvidenze relative alla siccità 2017 non vengano annullati a causa della necessità di compensare posizioni debitorie con l'Inps.
(4-18480)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi