ISMEA, LEZZI: OTTIMO RISULTATO AL SUD, ZES POSSONO ESSERE TRAMPOLINO

“Il rapporto Ismea che riporta la crescita del fatturato dell’industria alimentare, con l’ottimo risultato del Sud Italia, è incoraggiante per tutte quelle aziende che operano nel Mezzogiorno, che hanno investito e valorizzato risorse e competenze locali”.

“Sono dati positivi che dimostrano come in questo settore centrale per il Sud, ci siano energie e capacità imprenditoriale". Così commenta con AGRICOLAE il ministro per il Sud Barbara Lezzi la crescita delle aziende del Sud per quanto riguarda l'industria alimentare.

"Quello agricolo è un comparto che tengo in grande considerazione. Nell’ultima riunione del Cipe, proprio qualche giorno fa, ho messo a disposizione 100 milioni di euro per la filiera agricola. L’intento è quello di finanziare, così, nuove proposte di progetti nel settore agroalimentare e delle agroenergie, e sostenere gli investimenti per favorire lo sviluppo della produzione agricola. Senza dimenticare le criticità sul territorio: per il triennio 2019 - 2021 ho stanziato 330 milioni per il contrasto alla Xylella al fine di sostenere i territori e gli operatori colpiti", prosegue.

Secondo il ministro "un ulteriore sviluppo delle attività imprenditoriali al Sud nel settore agricolo può essere favorito dalle ZES (Zone Economiche Speciali), alle quali ho appena destinati ulteriori 300 milioni per il prossimo biennio. Ritengo che quelle Zone possano diventare dei poli attrattivi anche per i processi di trasformazione dell’industria agroalimentare. Penso in particolare al porto di Gioia Tauro, ma non solo. Certamente il sostegno a questo comparto al Sud passa necessariamente anche attraverso la realizzazione di nuove opere infrastrutturali e la messa in sicurezza di quelle già esistenti".

Una mancanza cronica - conclude Lezzi - che pesa sulla competitività del Mezzogiorno. A questo il governo sta lavorando attraverso lo sblocca-cantieri e con altri interventi che hanno lo scopo di accelerare l’utilizzo delle risorse esistenti e di snellire gli iter burocratici”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi