ISTAT, CIA: PREZZI AGRICOLI SALGONO E COSTI METTONO IN GINOCCHIO LE IMPRESE

La crescita dei prezzi agricoli sui campi, registrata nel quarto trimestre 2012, compensa soltanto in minima parte le forti “cadute” degli anni passati ed è largamente marginale se viene raffrontata all’impennata dei costi produttivi (più 7,0 per cento tendenziale) che le imprese sono state costrette ad affrontare. Devastante è stato il rincaro della voce “energia e lubrificanti”, soprattutto gasolio, (più 11,4 per cento in un anno). Ma a pesare nella gestione aziendale sono anche gli aumenti dei mangimi (più 5,5 per cento), delle sementi (più 6,0 per cento) e dei concimi (più 6,2 per cento). Una tendenza che conferma le difficoltà degli agricoltori, aggravati da oneri che, purtroppo, continuano a incidere pesantemente sulla competitività. E’ quanto sottolinea la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito ai dati resi note oggi dall’Istat.

Se agli aumenti produttivi -rileva la Cia- si aggiungono i costi contributivi e quelli burocratici e l’effetto Imu sui fabbricati rurali e i terreni, il quadro per la nostra agricoltura risulta alquanto preoccupante. Le aziende fanno i conti con prezzi non affatto remunerativi e con oneri in continua ascesa. Il che sta provocando grandi problemi tra i produttori, che vedono allontanarsi sempre di più sviluppo e competitività. In questo modo si annulla la stessa crescita (più 8,4 per cento tendenziale) dei prezzi agricoli all’origine. Non solo. Si riducono anche i margini di guadagno degli agricoltori e, oltretutto, il rialzo dei listini sui campi non copre i forti ribassi che negli ultimi tre anni hanno caratterizzato il mercato. Ovviamente, questa situazione rischia di avere effetti negativi sui redditi dei produttori agricoli, annullando il trend positivo registrato nel corso del 2011 (più 11,4 per cento rispetto al 2010). Incremento che, tuttavia, non ha colmato il pesante crollo del 30 per cento registrato negli ultimi dieci anni.

com

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi