ITALIA – STATI UNITI, CONFCOOPERATIVE ORGANIZZA A MILANO ATTIVITÀ DI INCOMING IN COLLABORAZIONE CON ICE AGENZIA

Al via al Palazzo delle Stelline di Milano una tre giorni di incontri B2B, seminari informativi e visite aziendali dedicata agli Stati Uniti e organizzata da Confcooperative in collaborazione con ICE Agenzia nell’ambito delle attività a supporto dei processi di internazionalizzazione delle cooperative associate. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con la Confcooperative Lombardia, prevede un programma di oltre 200 incontri tra 45 cooperative - provenienti da 14 regioni d’Italia e leader in filiere molte orientate all’export quali vino, formaggi, carni e ortofrutta - e 16 buyer statunitensi tra importatori e distributori di Independent Store e Food Service accuratamente selezionati dall’Ufficio dell’Agenzia ICE di New York, tra i quali Fairway Market, Atlanta Improvement Company e Eat Prime Foods.

Previsti anche specifici momenti di approfondimento e visite aziendali agli impianti produttivi: le cooperative avranno modo di conoscere gli ultimi trend di consumo ed i nuovi possibili scenari che potrebbero verificarsi nel caso di una escalation della politica protezionista del Presidente Trump, grazie alla presenza di esperti Trade Analyst fatti venire dagli States grazie alla sinergica collaborazione con l’Ufficio ICE di New York.

Si parlerà, ancora, degli strumenti finanziari che le banche di credito cooperativo sono in grado di offrire alle cooperative che operano nei mercati esteri grazie al coinvolgimento degli esperti dei due gruppi bancari aderenti a Confcooperative: ICCREA Banca Impresa e Cassa Centrale Banca.

Secondo quanto elaborato dall’Ufficio Internazionalizzazione e Mercati di Confcooperative su dati ISTAT e ISMEA, l’export dei prodotti agroalimentari italiani negli Stati Uniti nel 2017 ha raggiunto quota 4 miliardi di euro (+5% su 2016), di cui il 35% proveniente dal settore vitivinicolo (1,4 miliardi di euro), il 13% dall’olio d’oliva (530 milioni), il 7% da formaggi e latticini (290 milioni di euro), il 7% dalla pasta (273 milioni di euro) e dal 6% dall’ortofrutta trasformata (206 milioni di euro), facendo registrare, nel periodo compreso tra il 2014 ed il 2017, un incremento di circa 1 miliardo di euro (+33%), pari al 10% del valore delle esportazioni agroalimentari complessive al 2017.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi