LA RICERCA DEL CRA CONQUISTA LA GERMANIA, CHE COMPRA LE FRAGOLE “GARDA”DUE GRANDI AZIENDE TEDESCHE ACQUISTANO I DIRITTI DELLA VARIETA' MESSA A PUNTO DAL CONSIGLIO PER LA RICERCA IN AGRICOLTURA

FRAGOLEIl Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) ha venduto a 2 grandi aziende tedesche i diritti su Garda, la varietà frutto della ricerca italiana sulla fragola. Infatti, Walther Faedi, direttore dell’unità di ricerca per la frutticoltura di Forlì (CRA FRF) ha firmato un contratto per la cessione dei diritti di moltiplicazione e commercializzazione della varietà di fragola GARDA in Germania e Austria con due aziende leader: la KRAEGE www.kraege.de e la MALE SAMENHANDEL www.erdbeerhof-leicht.de.

GARDA si presenta come una vera novità nel panorama varietale della fragola nel periodo precoce. Alla precocità unisce perfetta regolarità della forma, facilità del distacco dei frutti, consistenza e buon sapore. Caratteristiche molto apprezzate sia dai produttori che dai consumatori.Diffusa commercialmente nel 2012, GARDA è già diventata un’importante realtà produttiva in Veneto, dove si presume che nel 2014 rappresenterà circa il 20% dei fragoleti.

Kraege Beerenpflanzen è da oltre 40 anni una rilevante impresa vivaistica del Nord-Ovest della Germania, che moltiplica su circa 100 ettari più di 20 varietà di fragola e di lampone.

MaLe Samenhandel, costituita nel 1996, è situata nella Valle del Reno, vicino a Karlsruhe, ed è leader nella coltivazione della fragola.

Queste due aziende hanno acquisito i diritti, non esclusivi, per la produzione e vendita di piante di GARDA per 20 campagne vivaistiche la scadenza del contratto, infatti, è prevista per il 31 dicembre 2034.

Kraege e MaLe si uniscono al gruppo dei tre concessionari italiani: Aposcaligera di Verona, Coviro di Ravenna e Vivai F.lli Zanzi di Ferrara a cui il CRA-FRF ha affidato la diffusione di questa creazione varietale nell’Unione Europea.

Grande soddisfazione da parte del presidente del CRA prof. Giuseppe Alonzo: “Dimostriamo così con i fatti che la ricerca è sviluppo e crescita economica a beneficio del Paese”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi