LE PROPOSTE CONFAGRI PER VALORIZZARE AGROALIMENTARE

dieta_mediterranea"Ripartire per il nostro Paese significa puntare sull’agroalimentare. La politica, che può giovarsi anche del supporto delle risorse europee, deve impegnarsi nel dare chiare risposte orientate alla crescita». Lo sottolinea il presidente di Confagricoltura Mario Guidi che annuncia il convegno della sua Organizzazione dal titolo “Alimenta il Pil”. L’appuntamento è martedì 12 febbraio alle ore 10.30 a Roma, presso l’Aula Magna dell’Università Luiss Guido Carli (via Pola, 12). "Martedì presenteremo linee strategiche e programmatiche, proponendo un nuovo approccio sistemico che vede, infatti, unito il mondo dell’agronetwork – prosegue il presidente di Confagricoltura – dall’agricoltura, che ne è all’origine, all’industria, alla distribuzione, al mondo dei servizi, della cooperazione e dei sindacati. Presenteremo proposte articolate di politica economica, supportate da uno studio affidato alla Luiss, che mirano a riprendere la via della crescita per l’intero settore agroalimentare, in tutte le sue componenti. Le porremo sul tavolo del nuovo Governo".

Molte le adesioni che stanno pervenendo, con un lungo elenco di vertici di associazioni (tra cui Federalimentare, Federchimica, Confindustria, Federdistribuzione, Ucima, Federunacoma, Alleanza delle Cooperative e Cia).

Oltre a quello del ministro per lo Sviluppo Economico Corrado Passera, sono previsti gli interventi di esponenti di spicco delle varie forze politiche e coalizioni, tutte ovviamente invitate a partecipare: il vicesegretario del “Partito Democratico” Enrico Letta, il presidente del Gruppo parlamentare al Senato del “Popolo della Libertà” Maurizio Gasparri, il coordinatore degli assessori regionali all’Agricoltura e responsabile del settore agricolo di “Sinistra Ecologia e Libertà” Dario Stefàno, il capolista alla Camera in Lombardia di “Scelta Civica per Monti” Andrea Mazziotti, Giovanni Fava della “Lega Nord”. In attesa che giungano ulteriori definitive adesioni, tra cui quella del ministro Catania, impegnato a Bruxelles per il negoziato. "L’agronetwork è un settore che può seriamente continuare a contribuire allo sviluppo e rappresenta il 15% del prodotto interno lordo - conclude Guidi - Un dato che è impossibile ignorare e che la politica è chiamata a tenere in seria considerazione, nel suggerire una progettualità concreta e sistemica nell’approccio, come suggerito proprio da quello che noi intendiamo proporre".

 

com/gan

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi