MALTEMPO, COLDIRETTI: GRANDINE

La grandine si è abbattuta con chicchi grandi come limoni sulle serre del ragusano e del catanese  in Sicilia con gravi danni ai coltivatori dei preziosi ortaggi in serra ed in pieno campo. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti dell’ondata di maltempo sulla penisola con nubifragi e un abbassamento rapido delle temperature. Con l'arrivo del ciclone mediterraneo Morgana alimentato dall'aria gelida polare a rischio in tutta la penisola - sottolinea la Coldiretti - ci sono soprattutto coltivazioni come cavoli, verze, cicorie, carciofi, radicchio e broccoli ma a preoccupare sono anche gli effetti sulle piante da frutto le cui gemme sono state risvegliate dall’insolito caldo primaverile fuori stagione a cavallo della fine del 2012. A preoccupare le campagne - continua la Coldiretti - è anche l’aumento dei costi necessari per garantire il riscaldamento delle serre di ortaggi e fiori. L’improvviso abbassamento della temperatura conferma - conclude la Coldiretti - un andamento climatico anomalo con eventi estremi che nel 2012, a causa del gelo invernale, della siccità estiva e dei nubifragi autunnali, ha provocato danni stimati per l'agroalimentare Made in Italy pari a 3 miliardi di euro.

com/neo

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi