CONSIGLIO UE, SERPILLO, UCI: BENE ATTIVISMO CENTINAIO PER METTERE IN DISCUSSIONE TABÙ EUROPEI. ANCORA PROBLEMATICHE IMPORTANTI DA AFFRONTARE

Mario Serpillo, Presidente Nazionale dell’Unione coltivatori italiani, condivide l’attivismo e la determinazione del Ministro e del Governo in ambito comunitario .“E’ importante per riuscire ad ottenere un’attenzione maggiore dall’Europa e forse per contribuire a determinare con gli altri Paesi interessati una linea più morbida sul fronte dei tagli minacciati, per effetto della Brexit. Ma si pone un problema non secondario anche sul fronte interno: è urgente fare un’azione di monitoraggio, e di controllo della gestione dei fondi dei PSR. E’ urgente capire come si chiuderà l’attuale programma e finalizzare al meglio la destinazione dei fondi. E’ importante spendere di più ed è decisivo spendere meglio”.

Per il Presidente UCI ci sono due emergenze da affrontare: la prima è il mantenimento di una politica di bilancio più favorevole per la PAC e quindi per il settore agricolo e per la tutela dell’agroalimentare in Europa. La seconda è la capacità di spesa delle Regioni, la qual cosa giustificherebbe la conservazione dell’attuale impianto di programmazione “che a mio avviso - spiega - merita un’attenzione in più e un’attività di controllo e di verifica. Non siamo assolutamente soddisfatti del modo con cui gli Assessorati hanno gestito finora le risorse e del modo con cui le hanno finalizzate”.

Continua Serpillo “Non ci spieghiamo i motivi di alcune contraddizioni nella finalizzazione delle risorse dei PSR, come, ad esempio, a proposito del rinnovamento dell’imprenditoria agricola nelle campagne . I premi di primo insediamento sono liquidati nella misura del tutto insufficiente, nei casi positivi si arriva al 30% delle richieste  avanzate dai giovani, ma la media è del 25%”.

Secondo il Presidente UCI servono misure orientate all’ammodernamento delle strutture, all’acquisizione di nuove tecnologie e allo sviluppo della ricerca alla sicurezza alimentare, alla tracciabilità e in generale alla tutela del Made in Italy.

“Anche qui una nota dolente per quanto riguarda il nostro Made in Italy e riguarda proprio il versante dell’importazione dei prodotti, sia dal punto di vista dei requisiti sanitari e della sicurezza alimentare, sia dal punto di vista della qualità e della  capacità di combattere già all’ingresso le truffe, le sofisticazioni e l’importazione clandestina dei prodotti.  Sono d’accordo con Salvini quando afferma che si è necessario bloccare nei porti i prodotti che arrivano da paesi e da aree geografiche assolutamente insicuri e sconosciuti”.

“Bene per il riso, per lo zucchero, che a suo tempo fu cancellato improvvidamente dal settore produttivo, causando danni incalcolabili a tutta la filiera. Va benissimo anche il tema di alcune filiere nobili del grano duro, dell’ortofrutta e del vino che tanto ha portato all’agroalimentare italiano in termini di immagine e qualità”.

Sulla pesca: “E’ un settore strategico, su cui è urgente intervenire con grande determinazione e con adeguate risorse: noi importiamo mediamente intorno al 40% di prodotto che arriva a prezzi assolutamente concorrenziali.

Dobbiamo evitare di essere fagocitati dai processi della globalizzazione. E’ necessario predisporre politiche atte ad arginare l’importazione di prodotti, come ha sottolineato anche il Ministro, che non hanno tracciabilità.

Sono convinto che Centinaio otterrà dei risultati soddisfacenti sul fronte europeo e confido che adotti una linea decisa e coerente anche sul fronte interno”.

Conclude infine Mario Serpillo “Mi auguro che questo governo riesca a mettere in discussione tabù che finora sono stati affrontati con poca convinzione, proprio perché ci si arrendeva ancora prima di iniziare le trattative”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi