MINISTRO GIAN MARCO CENTINAIO A LA VERITA’: AVANTI CON IL GOVERNO, MA SENZA RINUNCIARE A FLAT TAX, AUTONOMIA, IMMIGRAZIONE E SICUREZZA

«Siamo l'argine contro chi dice sempre no. Io penso che abbiamo preso quei voti, e che i consensi siano ancora in crescita come i sondaggi continuano a testimoniare, proprio perché stiamo dimostrando agli italiani che in questa compagine facciamo la differenza, e che puntiamo ogni giorno ai risultati concreti che interessano ai cittadini». Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio, in un’intervista a tutto tondo rilasciata al quotidiano La Verità. Si avvicina la chiusura della cosiddetta finestra elettorale di settembre, e Centinaio spiega: «Abbiamo fatto lo stesso ragionamento che facemmo anche un anno fa, quando a molti sembrava più facile tornare al voto che non fare un governo con i 5 stelle. Abbiamo scelto allora la strada più difficile, e gli italiani ci hanno dato ragione. Faremo lo stesso anche adesso: penso che gli italiani siano stufi di andare a votare in continuazione, e vogliano risposte sui problemi reali». Quanto al rapporto, con gli alleati di governo, il Ministro passa in rassegna i dossier aperti. Flat tax: «Spero che capiscano che il contratto di governo non può essere un documento che viene brandito come una spada quando è a loro favore, e invece da nascondere sotto il materasso quando si tratta di punti sollecitati dalla Lega. Le persone perbene i contratti li rispettano.  Se ci fosse - e io non credo ci sarà - un no sulla flat tax –  allora ho l'impressione che occorrerà trovare un modo di tornare indietro anche sul reddito di cittadinanza». Secondo dossier, l'autonomia: «Erika Stefani è bravissima – dichiara Centinaio – sono certo che troverà il modo di condurre in porto il risultato. L’autonomia è scritta nel contratto di governo, e M5s ci aveva aiutato e supportato nei referendum in Lombardia e Veneto. Che dobbiamo fare? Andare a dire agli elettori lombardi -e veneti che M5s ha cambiato idea?». Terzo dossier, immigrazione. «Per noi è un tema cruciale – spiega il Ministro – che sta a cuore agli elettori, e su cui non si può far calare la tensione». E sulla vicenda del sottosegretario grillino Vincenzo Spadafora che ha definito sessiste le parole del ministro dell'Interno Matteo Salvini alla capitana Carola Rackete, Centinaio risponde: «Spadafora è riuscito a far sì che perfino la Boldrini, per una volta, desse ragione a Salvini. Io non ho visto nessun atteggiamento sessista da parte del ministro degli Interni verso il capitano (mi rifiuto di chiamarla "capitana") della Sea Watch, non scherziamo». In vista del prossimo commissario Ue a Bruxelles, il Ministro pensa a «La persona giusta al posto giusto. Qualcuno che sappia difendere gli interessi dell'Italia», mentre in merito alle altre mancate posizioni di vertice riconosciute nelle commissioni parla di: «Atti politicamente intolleranti. Me li spiego pensando che si siano resi conto che noi l'Europa vogliamo cambiarla per davvero, diversamente da loro che lo dicevano in campagna elettorale, ma ora si sono messi tutti insieme per "cambiare tutto affinché nulla cambi"». In merito, infine, al risultato elettorale tributato alla Lega alle ultime elezioni europee, Centinaio non ha dubbi sulla tenuta degli equilibri: «La gente ci ferma e dice: "Siete voi l'argine contro chi dice sempre no”. Salvini ha fatto la scelta giusta decidendo di andare avanti, come un anno fa decise di partire con il governo».

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi