MOZIONE, LOLLOBRIGIDA FDI CAMERA, SU DIFESA E TUTELA COMPARTO CEREALICOLO

Atto Camera

Mozione 1-00221

presentato da

LOLLOBRIGIDA Francesco

testo di

Martedì 9 luglio 2019, seduta n. 205

La Camera,

premesso che:

il comparto agroalimentare italiano che sta attraversando maggiori difficoltà è quello cerealicolo. Esso riveste un ruolo centrale nell'agricoltura italiana sia in termini di consumo annuo sia per quanto riguarda la domanda dell'industria. Le produzioni del nostro Paese si sono fatte conoscere in tutto il mondo per i loro elevati standard di qualità e per questo si sono contraddistinte come un esempio di eccellenza del made in Italy;

sebbene storicamente la disponibilità di grano nel nostro territorio è sempre stata copiosa, dagli anni ’90 si assiste a una riduzione costante delle riserve dovuta ad un consumo che oggi è quasi vicino alle quantità prodotte annualmente. In relazione a quanto sopracitato e alle sfavorevoli condizioni climatiche che hanno interessato il nostro territorio, è sorta la necessità del nostro Paese di importare una parte del fabbisogno che purtroppo si scontra con il mercato internazionale che con le sue logiche mette fuori dal mercato i grani italiani, costringendo i produttori a commercializzarli ad un prezzo inferiore ai costi di produzione;

il comparto cerealicolo, anche in relazione alla sua estrema complessità, mostra altre criticità strutturali, soprattutto in riferimento al grano duro, che, se non contrastate con celerità, rischiano di mettere in ginocchio le imprese del settore. Fra queste vanno ricordate necessariamente la frammentazione dell'offerta, fa desuetudine degli impianti di stoccaggio e la qualità tecnologica del grano decisamente migliorabile;

i produttori italiani devono relazionarsi con un mercato globale che li espone costantemente alle speculazioni finanziarie che causano inevitabilmente delle gravissime distorsioni nell'intera filiera e minano alle fondamenta il loro preziosissimo lavoro;

per questi motivi è essenziale prevedere con estrema urgenza dei provvedimenti volti alla tutela del comparto cerealicolo italiano, tramite interventi volti non solo al sostegno dell'intera filiera, ma anche alla protezione ed alla difesa del lavoro dei produttori agricoli,

impegna il Governo

1) ad intraprendere, con urgenza, iniziative volte alla rimozione delle criticità del comparto cerealicolo italiano, proteggendo le aziende italiane dalle conseguenze sfavorevoli del mercato internazionale, le quali influiscono negativamente sui loro standard economico-occupazionali;

2) a dare attuazione alle misure previste dal piano cerealicolo nazionale, prevedendo parallelamente una sua rivisitazione in relazione alle nuove condizioni di mercato;

3) ad agevolare e promuovere lo strumento dei contratti di filiera, monitorandone la loro corretta ed equa applicazione, in modo tale da tutelare il lavoro delle imprese agricole produttrici, promuovendo una distribuzione maggiormente equilibrata sul territorio nazionale;

4) ad attuare misure volte al rafforzamento della protezione delle produzioni di grano duro, le quali costituiscono una delle più importanti e riconosciute eccellenze del made in Italy;

5) a sostenere la ricerca scientifica con l'obiettivo di migliorare qualitativamente la coltivazione del grano duro, anche grazie alla realizzazione di impianti di stoccaggio idonei e tecnologicamente avanzati;

6) a valutare l'opportunità di prevedere iniziative volte all'introduzione di misure di agevolazione fiscale per consentire alle imprese cerealicole italiane di ristabilire quella redditività minima che consenta loro di proseguire il proprio lavoro.

(1-00221) «Lollobrigida, Caretta, Acquaroli, Baldini, Bellucci, Bucalo, Butti, Caiata, Ciaburro, Cirielli, Luca De Carlo, Deidda, Delmastro Delle Vedove, Donzelli, Ferro, Foti, Frassinetti, Gemmato, Lucaselli, Mantovani, Maschio, Meloni, Mollicone, Montaruli, Osnato, Prisco, Rampelli, Rizzetto, Rotelli, Silvestroni, Trancassini, Varchi, Zucconi».

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi