OCM VINO, FAVA: BRUXELLES CONTESTA MIPAAF, MARTINA SI CONFRONTI CON LE REGIONI

“Da quanto si apprende dall’inchiesta di Agricolae.eu, sull’Ocm Vino il ministero delle Politiche agricole continua ad avere non uno, ma molti problemi, gestiti nel più totale silenzio e in danno di un settore che è strategico per l’agroalimentare Made in Italy. È ora che il ministro Martina esca dal suo bunker e si confronti con il mondo agricolo”.
Così l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, commenta le notizie trapelate sul documento inviato dall’Unione europea al Mipaaf, contenente osservazioni, richieste di chiarimenti e integrazioni relativamente al decreto ministeriale.

“Sono così tanti i rilievi sollevati – afferma l’assessore Fava – che sarebbe opportuno avviare una discussione con le Regioni e con il settore che, sorprendentemente, sembra accettare passivamente di essere stato catapultato nella palude dell’inefficienza, delle probabilità e degli imprevisti come se si trattasse del Monopoli e non di uno dei comparti che più di altri rappresentano la qualità e la biodiversità delle produzioni Made in Italy”.

Eppure, prosegue Fava, “quando mesi fa sollevai il problema, dicendo che la situazione dell’Ocm Vino era ormai incancrenita e che le proposte ministeriali erano pericolosamente vuote e inefficaci, alcuni statisti risposero che era tutta colpa di Regione Lombardia e della sua mancata approvazione in Conferenza delle Regioni dello schema ministeriale; ora vediamo che non è così. Anzi, per fortuna c’è la Lombardia, che non è complice silente dell’incapacità del ministero”.

L’elenco di carenze, inesattezze, inadempienze, inosservanze, rileva Agricolae.eu, è articolato e va dalla promozione nei paesi terzi alla ristrutturazione e alla riconversione; dal reimpianto di vigneti per ragioni sanitarie o fitosanitarie all’assicurazione del raccolto; agli investimenti nelle imprese alla distillazione dei sottoprodotti.

In particolare, relativamente alla promozione sui paesi terzi, la situazione sarebbe complicata. “La lettera di Bruxelles è custodita nei cassetti segreti del ministero – conclude Fava – ma sarebbe utile leggerla, soprattutto se, da quanto è trapelato, venga contestato persino il fatto che non viene chiarito e definito il metodo per verificare la ragionevolezza dei costi come richiamato nelle linee guida comunitarie e sarebbero elencati ben 15 richiami al rispetto di quanto previsto dalle linee guida comunitarie”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

LATTE, ECCO L’ACCORDO: CUN, TAVOLO DI FILIERA, REGISTRO TELEMATICO, ICE, MORATORIA MUTUI, NOMINA PREFETTO E MOLTO ALTRO. PREZZO A 0,72, MA E’ SOLO ALL’INIZIO

LATTE, ECCO L’ACCORDO: CUN, TAVOLO DI FILIERA, REGISTRO TELEMATICO, ICE, MORATORIA MUTUI, NOMINA PREFETTO E MOLTO ALTRO. PREZZO A 0,72, MA E’ SOLO ALL’INIZIOTRASFORMATORI SI IMPEGNANO A NON VENDERE SOTTO I SEI EURO. VALORE MEDIO SOGGETTO A VERIFICHE SULLA BASE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO

L’accordo c’è, e si comincia subito a lavorare al tavolo di filiera previsto il 21 a Roma al Mipaaft. nel corso del quale potrebbe chiudersi la partita. L’incontro blindato presso la prefettura di Cagliari tra il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio e gli operatori per risolvere la crisi […]

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi