PAC, COOP DI FRANCIA, SPAGNA, PORTOGALLO E ITALIA: BENE PEDA PARLAMENTO UE ESCE TESTO DECISAMENTE MIGLIORATO

cielo_caleffiNegli emendamenti alla riforma della Politica Agricola Comune 2014-2020 approvati oggi dal Parlamento Ue sono state accolte molte proposte della cooperazione. Un vivo ringraziamento al Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Ue Paolo De Castro e a tutti i parlamentari della Commissione per l’importante risultato conseguito. “Un significativo passo in avanti rispetto alla originaria proposta di riforma della Politica agricola comune 2014-2020”. È questo, secondo le organizzazioni cooperative di Francia, Spagna, Portogallo e Italia, “l’esito dell’ottimo lavoro svolto oggi in Commissione Agricoltura del Parlamento Ue, che ha analizzato e votato circa 8.000 emendamenti di modifiche al testo di riforma della PAC presentato dalla Commissione, apportando una serie di significativi cambiamenti”. "È stata premiata – continuano le sigle – la costante azione di lobbying che abbiamo condotto in questi mesi a Bruxelles, dal momento che un gran numero di emendamenti approvati oggi contenevano proposte da noi presentate”. “Un vivo ringraziamento – proseguono le organizzazioni cooperative Coop de France, Cooperativas Agro-alimentarias Espana, Confagri (Portogallo) e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari – va pertanto espresso al Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento UE Paolo De Castro e a tutti i parlamentari della Commissione per il duro lavoro che ha preceduto il voto di oggi e per l’importante risultato conseguito”. Tra le principali novità contenute nei testi finali approvati dal Parlamento va evidenziata la modifica introdotta sul capping, che prevede l’esclusione delle cooperative dalla applicazione del tetto massimo di aiuti percepibili; la definizione più precisa dei compiti e degli obiettivi attribuiti alle organizzazioni dei produttori; la possibilità anche per le grandi imprese di accedere ai finanziamenti per gli investimenti e, infine, l’estensione anche alle OP della richiesta di accesso a finanziamenti per le assicurazioni, ai quali auspichiamo si aggiungano ulteriori miglioramenti relativi alla gestione del rischio. “Stiamo ora analizzando e valutando con attenzione i testi degli emendamenti votati - così concludono le organizzazioni cooperative – che ora il Parlamento cercherà di “difendere” e far valere il più possibile nell’ambito della negoziazione con la Commissione ed il Consiglio.

com/neo

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi