PAC, SENZA MARTINA ITALIA FUORI DAI GIOCHI. NESSUNO HA LE DELEGHE E A DISCUTERE IN UE CI VANNO BLASI E ASSENZAGENTILONI SI E' DIMESSO COME PREVISTO

Italia ‘orfana’ della politica agricola ed esclusa dalla discussione europea della Pac sulla prossima dotazione economica. Maurizio Martina, dimettendosi lo scorso 13 marzo per evitare eventuali conflitti con il ruolo di segretario di Partito, ha lasciato un ‘buco’ istituzionale che non permette all’Italia – politicamente parlando – di sedersi assieme agli altri ministri europei per la discussione della Pac. Il viceministro Andrea Olivero e il sottosegretario Giuseppe Castiglione infatti, non hanno le deleghe necessarie per poter partecipare ai tavoli di Bruxelles. Ovvero, decadendo il ministro, sono decadute anche le deleghe loro accordate. In sostanza, Pac a parte, se dovesse scoppiare un’emergenza relativa al settore, non ci sarebbe nessuno con il potere di gestire la situazione.
La discussione della Pac non è cosa di poco conto: in ballo c’è la dotazione economica in un contesto in cui le carte vengono rimescolate a causa della Brexit e tutto il nodo ‘semplificazione’ e rinazionalizzazione.
Tutto questo a causa del fatto che il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni non ha dato le deleghe prima di, come consuetudine istituzionale,  si dimettesse subito dopo l’elezione dei presidenti di Camera e Senato.
Nel frattempo al Consiglio dei ministri sulla dotazione della Pac del 19 marzo l’Italia si è presentata con due dirigenti Mipaaf: Blasi e Assenza. Il posto italiano, fra i ministri, era vuoto.
Il prossimo Consiglio dei ministri si terrà a metà aprile. E non è detto che per quel momento il governo sarà fatto e il dicastero di via Venti Settembre abbia un suo ministro.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Tags: × × × × × × × ×

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

LA POLITICA AL VINITALY: INVASIONE DI CAMPO. SI PARLA PIU’ DI DI MAIO E SALVINI CHE DI …VINI. MA NULLA SU COMITATO VINO E OCM
15/04/2018

LA POLITICA AL VINITALY: INVASIONE DI CAMPO. SI PARLA PIU’ DI DI MAIO E SALVINI CHE DI …VINI. MA NULLA SU COMITATO VINO E OCMI DECRETI ATTUATIVI SU TESTO UNICO ATTESI GIA NELLA PASSATA EDIZIONE. SU OCM TRE ANNI DI PASSIONE

Le beghe di palazzo invadono il Vinitaly. La politica irrompe a Verona e ruba la scena a quello che avrebbe dovuto essere il protagonista assoluto dell’ormai classica vetrina internazionale della vitivinicoltura. Insomma si parla più di Di Maio e Salvini che di… vini. Accanto ai giornalisti specializzati è piombata in […]

PAC, SENZA MARTINA ITALIA FUORI DAI GIOCHI. NESSUNO HA LE DELEGHE E A DISCUTERE IN UE CI VANNO BLASI E ASSENZA
24/03/2018

PAC, SENZA MARTINA ITALIA FUORI DAI GIOCHI. NESSUNO HA LE DELEGHE E A DISCUTERE IN UE CI VANNO BLASI E ASSENZAGENTILONI SI E' DIMESSO COME PREVISTO

Italia ‘orfana’ della politica agricola ed esclusa dalla discussione europea della Pac sulla prossima dotazione economica. Maurizio Martina, dimettendosi lo scorso 13 marzo per evitare eventuali conflitti con il ruolo di segretario di Partito, ha lasciato un ‘buco’ istituzionale che non permette all’Italia – politicamente parlando – di sedersi assieme […]