PASQUA, CIA: EFFETTO MALTEMPO SPINGE FAMIGLIE VERSO AGRITURISMI

Turismo Verde stima oltre 320 mila presenze per le festività alle porte: la preoccupazione per le poche prenotazioni superate negli ultimissimi giorni, con un il boom del last minute che riempirà le strutture. Funziona molto l’ospitalità per gli amici a quattro zampe.

Le ultime settimane di pioggia e freddo hanno costretto le famiglie in casa, ora per loro c’è voglia di aria aperta e natura, in molti hanno programmato la vacanza negli agriturismi: le strutture rurali sono pronte ad ospitare più di 320 mila clienti. La stima è di Turismo Verde l’associazione della Cia-Agricoltori Italiani per l’Agriturismo.

C’era molta preoccupazione -spiega Turismo Verde- per il basso numero di prenotazioni registrato fino ai primi di marzo, negli ultimi giorni però è partita la corsa a bloccare le camere, praticamente esaurite quelle da tre letti in su. Cresce la richiesta dell’ospitalità per nuclei con animali domestici al seguito, cani e gatti.

La nuova dinamica last minute -stimano Turismo Verde e Cia- dovrebbe far segnare, a consuntivo, un 5 per cento in più di presenze, rispetto alla Pasqua e pasquetta del 2017.

Il relax della campagna, unito ai prezzi contenuti e alle tradizioni enogastronomiche del territorio, premieranno, quindi, le strutture ricettive verdi per le feste alle porte. Soprattutto se, come sembra, il meteo segnerà sole, le buone performance delle aziende agrituristiche dovrebbe trainare l’incremento anche del ramo ristorazione: gli ospiti attesi in campagna, sono per la maggior parte buongustai. Così Turismo Verde, l’associazione agrituristica della Cia-Agricoltori Italiani, annunciando che tra domenica 1 e lunedì 2 aprile saranno tantissimi gli italiani che si recheranno a pranzo negli agriturismi o che approfitteranno delle aree attrezzate per pic-nic comprando in azienda vari prodotti tipici, tra conserve, formaggi, salumi e vino.

Piatti del territorio e della tradizione protagonisti delle tavole anche per chi passerà la Pasqua a casa. Saranno circa il 60 per cento degli italiani a trascorrere le feste tra le mura domestiche con parenti e amici. A trionfare pastiera, torta pasqualina, agnello, uova, formaggio e salumi per una spesa alimentare stimata intorno al miliardo di euro.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi