PECORINO ROMANO, APPROVATO BILANCIO A UNANIMITA. SI CHIUDE A PAREGGIO. ECCOLO. “AZIONI DI CARATTERE DIFFAMATORIO HANNO ARRECATO DANNO AL PRODOTTO”

Il Bilancio d’esercizio 2018 del Consorzio di tutela del Pecorino Romano, approvato oggi all’unanimità dall’Assemblea dei Soci, si chiude a pareggio per effetto dell’accantonamento di € 612.003 alle “Altre riserve”, consentendo l’aumento del Patrimonio Netto, da € 1.660.182 nel 2017 ad € 2.273.188 nell’esercizio 2018.

Nel Conto Economico è da rilevare l’incremento del Valore della Produzione, € 3.121.920 rispetto ad  € 1.462.859. Esso è dovuto al maggior valore dei contributi sulla produzione e delle contribuzioni aggiuntive differenziate contemplate dal piano di regolazione dell’offerta, oltre a contributi pubblici in conto esercizio, rilevati per competenza, relativamente al progetto Rosafi 3 Pecorini (acronimo di Romano-Sardo-Fiore).

Anche i Costi della Produzione risultano incrementati, in particolare tra essi sono importanti quelli per i Servizi commerciali, corrispondenti ad € 1.704.312,00 rispetto ad € 294.196 dell’esercizio precedente. Di rilevo in tale voce il costo sostenuto per il progetto Rosafi di € 1.211.728, realizzato dall’ATS, cui capofila è il Consorzio di tutela del Pecorino Romano, unitamente al Consorzio del Pecorino Sardo e del Fiore Sardo. Di notevole importanza sono anche le attività promozionali realizzate con il progetto Prosapeu insieme al Consorzio delle Speck Alto Agide e Asiago. Entrambi i progetti interessano gli Stati Uniti d’America, il Canada e alcuni paesi europei.

Qui di seguito AGRICOLAE pubblica il bilancio:

Relazione al Bilancio di esercizio chiuso al 31-12-2018
Premessa
Gentili Soci,
 non posso introdurre l'esposizione del bilancio senza fare una riflessione su quanto è successo nel corso degli
ultimi 6/8 mesi.
La dimensione mediatica e fisica degli eventi ha colpito il sistema della produzione e della trasformazione
nelle sue fondamenta, mettendo in discussione, a torto o a ragione, l’esistenza stessa della filiera.
Ancora oggi ci troviamo sospesi tra attese e tavoli istituzionali pregressi e nuovi, che auto generano altre attese. 
Certamente il ruolo del Consorzio è stato messo in discussione da una regia mediatica che intendeva colpire l’
unico soggetto regolatorio oggi presente nel sistema. 
Le azioni di carattere diffamatorio e di cattiva informazione (con eccessi falsificatori conclamati) hanno 
coinvolto anche i più alti livelli istituzionali e questo ha arrecato un grave danno al prodotto!
 Naturalmente le reazioni messe in campo avranno ripercussioni in altre sedi, previste dalla Legge e dalle regole
della trasparenza e corretta informazione.
 Ritengo che non si possa derogare al ruolo istituzionale riconosciuto e che allo stesso tempo vada fatta
chiarezza, anche con atti che possano superare la soglia di riservatezza che sempre ci ha contraddistinto.
Con questo voglio indicare a Voi gentili Soci che il Consorzio è soggetto regolatore della DOP Pecorino
Romano, ma che non può farsi carico del sistema in quanto tale, bensì auspico che potrà introdurre un
meccanismo di coinvolgimento della filiera, nei propri organi istituzionali, al fine di garantire un palese e
fattivo contributo, in piena trasparenza e senza condizionamenti mediatici e distorsivi della realtà.
A seguire una breve sintesi delle attività svolte dal Consorzio, nel rispetto del proprio ruolo all'interno del
comparto, e delle attività programmate.
ATTIVITA' DI TUTELA E VIGILANZA
Le attività istituzionali relative alla tutela e salvaguardia della DOP per l’anno 2018, si sono incentrate su alcuni punti fondamentali, in particolare:
Attività di tutela e difesa della DOP e del Marchio a livello nazionale ed internazionale.
Sono state molteplici le azioni di difesa legale intraprese nell'anno 2018, dirette alla salvaguardia della DOP e del marchio Consortile collettivo. In particolare l’azione giudiziaria intrapresa per la cancellazione del marchio Cacio Romano, conclusasi in 1° grado con esito favorevole, che ha visto il coinvolgimento della Regione Sardegna, della Lega Coop e della CIA in supporto alla nostra azione. Alla sentenza ha fatto seguito un pronunciamento del procuratore generale della Corte di Giustizia su un caso simile di evocazione sollevato dal Consorzio del Queso Machego, che ad aprile del corrente anno è stata confermato dalla stessa Corte. Queste sentenze rafforzano a livello Ue la difesa integrale del prodotto anche dalle insidie collegate ad un uso delle evocazioni e dei prodotti similari. Tali esiti, se confermati, avranno effetto anche per gli accordi economici stipulati dalla Ue con il Giappone e per gli accordi incorso di trattativa con il Mercosur.
Il Consorzio sta continuando a supportare il MIPAAF nelle fasi di confronto con la Commissione UE, tramite il legale, incaricato per la tutela della proprietà intellettuale (IP), dello studio legale internazionale Jacobacci e Partners. Si è concluso l’iter di registrazione e protezione del trade dress, ovvero della forma del Pecorino Romano nel suo formato tridimensionale, negli USA. Questo passaggio risulta fondamentale per la tutela integrale del nostro prodotto nel principale mercato di riferimento. Rappresenta altresì una conquista importante sul fronte dello sviluppo della difesa delle Indicazioni geografiche, tanto che altri Consorzi stanno intraprendendo questo percorso. Sono in corso le attività di estensione delle registrazioni internazionali e di consolidamento del marchio collettivo, come in Giappone, ritardate a causa delle opposizioni del CCFN (Consorzio dei nomi generici), l’organizzazione USA che promuove l’uso indiscriminato dei nomi delle Indicazioni Geografiche, in quanto ritenute generiche, cappeggiata dalla Bel Gioioso Inc., nota azienda del Wisconsin.
Piano di regolazione dell’offerta del Pecorino Romano DOP .
Il Piano di regolazione dell’offerta del Pecorino Romano DOP, al suo secondo anno di applicazione nella campagna 2017/2018, ha ottenuto la piena e totale legittimazione con la sentenza n° 03488 dell’8 giugno 2018 del Consiglio di Stato. Il Piano, pur avendo una solida base giuridica, per via della sua recente applicazione, ha fatto emergere delle criticità relative sia all’applicazione delle contribuzioni aggiuntive sia alle indicazioni di produzione. Le contribuzioni aggiuntive debbono essere interpretate come uno stimolo al miglioramento e non come una sanzione.
Istituzione del pegno rotativo a favore del Pecorino Romano DOP.
Per effetto dell’accordo stipulato tra Consorzio, la Regione Autonoma della Sardegna e l'A.B.I., ed in conseguenza delle successive convenzioni operative stipulate con il Banco di Sardegna, la Banca Intesa San Paolo e la Sfirs, il pegno rotativo sul Pecorino Romano DOP, così come previsto dal DM del 26 luglio 2016, è entrato a far parte degli strumenti finanziari disponibili per i caseifici produttori. Il modello di pegno rotativo “senza spossesso” rappresenta senz’altro il più innovativo prodotto finanziario utilizzato nel 2018, con un impegno pari ad un valore attuale di 46 milioni di euro, per effetto delle rotazioni intervenute. Il pegno rotativo potrebbe avere una sua linea finanziaria dedicata allo sviluppo di tipologie di formaggio a lunga stagionatura, come quella prevista nella differenziazione tipologica RISERVA.
Attività di vigilanza
Nell'ambito dell'attività di vigilanza si segnalano, ancora, le azioni intraprese per il ritiro dal mercato di confezioni non conformi, con la collaborazione degli organi di vigilanza dell’ICQRF, e le verifiche sulle produzioni similari.
ATTIVITA' DI RICERCA E SVILUPPO
Nell'ambito della ricerca e sviluppo sono state avviate e/o implementate le seguenti attività:
Rilevazioni ed elaborazione dei dati dell'export del Pecorino Romano verso il mercato USA attraverso il monitoraggio dei database Census bureau Department of Commerce e verso i Paesi UE ed extra UE con dati ISTAT. Collaborazione con il CLAL per la realizzazione di uno slideshow interattivo, contenente
tutti i dati del settore. Nel 2018 è stato inoltre realizzato il convegno sul futuro delle DOP nel mercato mondiale tenutosi ad Alghero lo scorso 2 febbraio, dove è stato presentato lo studio completo sul settore ovino mondiale con approfondimenti sulle dinamiche della produzione del latte e del formaggio ovino nel mondo in UE, in Italia ed in Sardegna. Il convegno è stata occasione di confronto con le altre importanti DOP europee del Parmigiano Reggiano e del Queso Manchego.
b.     Monitoraggio dei consumi domestici del Pecorino Romano nel 2018 grazie alla collaborazione con Aicig-Ismea che, attraverso i database della Nielsen, ha consentito di ottenere i report sulle dinamiche dei consumi in Italia e sullo studio del consumatore tipo di Pecorino Romano.
c.     Progetti di ricerca:

Cluster finanziati da Sardegna Ricerche, con la collaborazione di Agris, per l’attuazione delle fasi sperimentali. E’ stata completata la fase operativa per la stesura della nuova tabella nutrizionale, aggiornata ai nuovi parametri, richiesti dalla FDA USA e del Reg. UE 1169.
All’interno del progetto CLUSTER è prevista l’implementazione del Progetto lunga stagionatura marchio RISERVA.
SheepToShip LIFE: continua il partenariato con altri organismi di ricerca CNR e UNISS, sul progetto che ha l'obiettivo di ridurre del 20% in 10 anni le emissioni di ‘gas ad effetto serra’ (N2O, CH4, e CO2) del comparto ovino della Sardegna. E’ stata completata la fase di analisi della produzione primaria
E’ stato presentato un nuovo progetto di ricerca a valere sui fondi LIFE della UE denominato MAGIS “Made Green in Italy Scheme” in partenariato con il CNR e l’ENEA con l’obiettivo di definire categorie di prodotto omogenee a cui vengono applicate regole (PCR) per il calcolo e la valutazione dell’impronta ambientale secondo il metodo Product Environmental Footprint definito nella Raccomandazione 2013/179/UE e s.m.i., nonché le ulteriori indicazioni e le linee guida formalmente adottate dalla Commissione Europea nel percorso di sviluppo del metodo PEF – Product Environmental Footprint.
Prosegue l’attività del Comitato Prezzi del Consorzio avente come finalità la determinazione del prezzo
all’ingrosso del formaggio Pecorino Romano DOP, per la successiva comunicazione alla Camera di
Commercio di Cagliari.
Prosegue la rilevazione mensile dei dati di giacenza del Pecorino Romano, avviata nel 2011 e resa possibile grazie alla collaborazione delle aziende di trasformazione che, attraverso le informazioni da esse fornite rende possibile l’elaborazione di un documento di sintesi, con un dato aggregato, utile strumento di pianificazione e gestione delle politiche di mercato aziendale.
ATTIVITA’ DI PROMOZIONE
PROGETTO PROPASEU
E’ proseguito nel 2018 il progetto PROPASEU, unitamente ai consorzi di tutela del formaggio Asiago e dello Speck Alto Adige. Il progetto promozionale prevede l’investimento complessivo di circa 2,5 milioni di Euro in tre anni. La seconda annualità si è conclusa il 31 marzo 2019. Il programma di investimento, finanziato all’ 80% dal Reg. UE 1144, prevede attività promozionali negli Stati Uniti d’America e in Canada mediante realizzazione delle nelle seguenti attività:
1.     Ricerca di mercato;
2.     Workshops dedicati a professionisti del settore;
3.     aggiornamento sito web dedicato;
4.     aggiornamento social media dedicati;
5.     Materiale informativo cartaceo;
6.     Promozione nei punti vendita dei due Paesi: in tale ambito sono state realizzate negli USA 348 giornate attive in 87 negozi e 870 giornate passive e in Canada 120 giornate attive in 30 negozi e 300 giornate passive.

Nella seconda annualità l’investimento a carico di ciascun Consorzio è stato di circa 67.000 Euro.
PROGETTO ROSAFI: 3PECORINI
Il progetto Rosafi, finanziato dalla Regione Sardegna, è realizzato in collaborazione con i Consorzi del Pecorino Sardo e del Fiore Sardo. Il progetto prevede un investimento complessivo di circa 4 milioni di Euro e la compartecipazione della Regione Sardegna per 3 milioni di Euro circa. Le attività riguardano i mercati USA, Italia, Germania, Francia e Regno Unito. Anche in questo caso il progetto si sviluppa in 3 annualità, la prima delle quali ha preso avvio il 1° luglio 2017 e si è conclusa il 30 giugno del 2018.
L’ente esecutore del progetto è la società Sopexa, agenzia che vanta una comprovata esperienza nella gestione di progetti di tale portata. Le attività previste per la seconda annualità risultano le seguenti:
1.     Realizzazione del materiale informativo e promozionale secondo il visual già approvato
2.     Mantenimento del sito web 3 Pecorini (sito in 5 lingue dedicato alla campagna)
3.     Attivazione pagine sui social media
4.     Attività di ufficio stampa
5.     Partecipazione a fiere (Winter Fancy Food 2018, Cibus 2018, Summer Fancy Food 2018 –Specialty fine food 2018).
6.     Attività di animazione nei punti vendita USA/Italia/Germania. Sono state svolte 585 attività di animazione presso i punti vendita negli USA, 56 in Germania, 110 in Italia, animazioni nel mercato di Rungis in Francia)

PARTECIPAZIONI FIERISTICHE E EVENTI PROMOZIONALI
Durante il 2018 si è partecipato alle seguenti manifestazioni fieristiche, nazionali ed estere.
a.     WINTER FANCY FOOD – SAN FRANCISCO – GENNAIO 2018 alla quale si è partecipato all’ interno del progetto Rosafi.
b.     GULFOOD – DUBAI – FEBBRAIO 2018: Partecipazione organizzata con uno stand condiviso con altri Consorzi aderenti con AFIDOP.
c.     FOODEX JAPAN – TOKIO 2018: Partecipazione alla collettiva Italiana organizzata dall’ICE con uno stand aziendale di 2 moduli.

CIBUS -Parma -MAGGIO 2018. Stand realizzato all’interno del progetto Rosafi con il Consorzio Pecorino Sardo e il Consorzio Fiore Sardo. Area di 72 mq con uno spazio nel quale è stata allestita l’ area show cooking realizzato, come di consueto, con la collaborazione dello chef Matteo Barbarossa.
FIERA REGIONALE DEGLI OVINI – MACOMER – MAGGIO 2018.
SUMMER FANCY FOOD – NEW YORK -GIUGNO 2018 alla quale si è partecipato all’interno del progetto Rosafi
SPECIALTY AND FINE FOOD -LONDRA – settembre 2018 alla quale si è partecipato all’interno del progetto Rosafi
SIAL- OTTOBRE 2019 – Partecipazione con uno stand aziendale di 63mq
MERCATO MEDITERRANEO – ROMA- NOVEMBRE 2018
SPESE PROMOZIONALI VARIE
Oltre alla partecipazione alle manifestazioni fieristiche sono state realizzate nell’esercizio 2018 attività promozionali diverse, fra cui si segnalano:
SPAZI PUBBLICITARI AEROPORTO CAGLIARI – Anche nel 2018 è stato rinnovato il contratto con la Sogaer (Società di Gestione dell’Aeroporto di Cagliari) e sono stati noleggiati presso l’aerea aeroportuale i seguenti impianti:
1.    2 impianti monofacciale mt 3x2 area partenze e area arrivi
2.    3 videowall area ritiro bagagli
3.    2 video digital nella sala gate (nei circuiti video vengono trasmessi a rotazione un’immagine statica e un breve video sul Pecorino Romano a rotazione per un totale di 10 minuti ogni ora).
L’investimento è stato di € 31.500.
PAGINE PUBBLICITARIE SU QUOTIDIANI E RIVISTE DEL SETTORE
Nel corso del 2018 sono state pubblicate pagine promozionali su diverse testate allo scopo di supportare alcune iniziative del Consorzio quali, per esempio, la manifestazione Caseifici Aperti”. Fra le più importanti segnaliamo le pubblicazioni su La Nuova Sardegna e L’Unione Sarda; il contratto annuale per la pubblicità sulla rivista Il Mondo del Latte
CASEIFICI APERTI -la manifestazione organizzata dal Consorzio “La riscoperta del Pecorino Romano nella zona d'origine 2018" meglio conosciuta come caseifici aperti, ha visto nel 2018 partecipare 11 caseifici produttori. I caseifici aderenti hanno aperto le loro porte ai visitatori durante una settimana, organizzando in alcuni casi degustazioni e intrattenimenti per gli ospiti. Il Consorzio ha
fornito per l’occasione gadget e materiale promozionale da consegnare ai visitatori e ai bambini e ragazzi delle scuole che hanno visitato i caseifici.
LABORATORI DEL GUSTO NELLE SCUOLE -Sono stati realizzati degli incontri informativi e del gusto presso 11 istituti superiori della Sardegna durante i quali è stato spiegato agli studenti il ruolo del Pecorino Romano nell’economia dell’Isola e le attività che svolge il Consorzio per la valorizzazione e la tutela della DOP. Gli incontri si concludevano con la degustazione e presentazione delle proprietà nutrizionali e organolettiche del Pecorino Romano.
a.     CONCORSO DI CUCINA PER GLI ISTITUTI ALBERGHIERI. Si è svolto a Roma il 1° Concorso nazionale di cucina per gli istituti alberghieri. Il Concorso ha coinvolto oltre 40 istituti in tutta Italia e l’ evento finale, svoltosi a Roma presso la Casina Valadier nel mese di ottobre ha visto sfidarsi le 10 scuole finaliste alla presenza di una giuria composta dallo chef Luigi Pomata, lo chef Matteo Barbarossa, il nutrizionista Luigi Piretta e il Presidente del Consorzio. L’evento è stato animato dal conduttore televisivo Marco Liorni.
b.     Realizzazione di 2 Spot Rai da 15 secondi andati in onda nel periodo pre-natalizio per 20 giorni, con la collaborazione di Nicola Prudente in arte Tinto, conduttore radiofonico e televisivo italiano, nonché autore di programmi. Conduce il programma Decanter su Radio2 Rai e “Frigo” su Rai2.

ATTIVITA’ PROMOZIONALI PREVISTE PER IL 2019
PROGETTI PER LA PROMOZIONE
Nel corso del 2019, oltre alla prosecuzione dei due progetti cardine Rosafi e Propaseu, di cui si è già riferito in precedenza ed alla partecipazione alle fiere di settore, sono previste alcune attività non meno interessanti per l’ immagine del Consorzio e la diffusione della conoscenza del prodotto.
E’ stato presentato in data 15 aprile 2019 un progetto promozionale a valere sul Reg. UE 1144/2014 per il Giappone per un importo di 1.049.000 € che comprenderà la partecipazione ad alcune manifestazioni fieristiche, attività di promozione del Pecorino Romano presso la ristorazione, creazione di un evento “Carbonara Day” con la partecipazione di chef di spicco come testimonial, creazione di un sito web, attività di PR, interventi in programmi televisivi.
E’ in programmazione la 1^ Edizione del Concorso Internazionale formaggi ovini – Sardegna 2020. L’evento, che prevede la partecipazione dell'Agenzia regionale Laore e dei Consorzi del Pecorino Sardo e del Fiore Sardo, dovrebbe realizzarsi in Sardegna a marzo 2020. A latere dell'attività di promozione dell'evento si stanno programmando eventi per tutto il 2019, tra i quali il primo si è tenuto l’8 maggio a Milano con una conferenza stampa di lancio. Un imminente evento, nel quale verranno invitati i responsabili dei Consorzi di Tutela delle principali DOP ovine per incontrarsi in talk show ed educational tour nei caseifici, si terrà invece a Nuoro il prossimo mese di giugno
Prosegue l’attività dei LABORATORI DEL GUSTO NELLE SCUOLE con incontri informativi e del gusto presso gli istituti superiori della Sardegna in collaborazione con il quotidiano la Nuova Sardegna durante i quali viene spiegato agli studenti il ruolo del Pecorino Romano nell’economia dell’Isola e le attività che svolge il Consorzio per la valorizzazione e la tutela della DOP.
PROGETTI FUTURI RICERCA E SVILUPPO
Prosecuzione dei progetti Cluster di Sardegna Ricerche per il miglioramento qualitativo, con attività di ricerca sul Pecorino Romano DOP, per la caratterizzazione della tabella nutrizionale e per le prove di termizzazione del latte destinato alla DOP; nuovi modelli di messa sottovuoto del formaggio in corso di
stagionatura, sviluppo del metodo predittivo con l’infrarosso, sulle caratteristiche chimico fisiche del prodotto, senza la distruzione delle forma (Nir portatile). Prenderà avvio la fase del Cluster relativo allo studio della lunga stagionatura nel formaggio Pecorino Romano DOP, per portare ad una definizione di un marchio aggiuntivo RISERVA.
b.     Prosecuzione del lavoro di reportistica periodica, in coordinamento con CLAL, dei dati del sistema Pecorino Romano DOP (produzione, vendite, giacenze) con potenziamento delle informazioni sul sistema mondiale della produzione di latte e formaggio ovino. Istituzione di un osservatorio permanente del sistema lattiero caseario ovino. Possibilità di creare nel prossimo autunno un convegno dedicato ai formaggi di pecora DOP in collaborazione con i principali Consorzi Italiani ed Europei.
c.     Collaborazione con ISMEA e AICIG per l’indagine analisi del settore ovino, “Realizzazione di attività di indagine e coinvolgimento dei Consorzi di Tutela” con lo scopo di contribuire all’analisi dei problemi del settore e alla verifica di eventuali percorsi ritenuti idonei al superamento delle criticità.
d.     Nuovo Piano di Controllo IFCQ e revisione della piattaforma informatica del Piano stesso, con l’ introduzione di nuove funzionalità in termini di alimentazione e flussi di dati utili al sistema.

PROGETTI FUTURI TUTELA E VIGILANZA
Tutela: proseguire le attività di tutela giuridica per il contrasto alle contraffazioni e di opposizione ai tentativi di registrazioni mendaci di marchi ed indicazioni mendaci della DOP. Predisposizione di un piano strategico con gli altri Consorzi di Tutela per la salvaguardia delle IG nel mondo, in particolare nei Paesi dove sono in corso trattati commerciali. A questo proposito, si sollecita l’invio al Consorzio delle dichiarazioni universali per il riconoscimento e utilizzo del marchio della DOP da parte degli esportatori e dei relativi importatori in USA e Canada, aderenti ai piani di promozione. Tali dichiarazioni appaiono necessarie per la difesa legale in quei Paesi, avendo un importante valore per la difesa della distintività della nostra DOP dalle imitazioni domestiche.
Vigilanza: collaborazione sistematica con i servizi ispettivi ministeriali. Investimento con collaborazioni informatiche con gli altri Consorzi. Convenzioni con altri Consorzi di Tutela per le attività di vigilanza. Sviluppo della piattaforma web per le attività di controllo al commercio in collaborazione con ISMEA e MIPAAF.
Predisposizione del nuovo Piano di Regolazione dell’Offerta che avrà durata triennale 2019-2021, alla luce delle nuove linee guida predisposte dal MIPAAF.
Proposta organica di modifica del disciplinare già oggetto di discussione assembleare e del CdA.
Modifica dello statuto Consortile, in funzione di una attiva partecipazione della componente produttori latte, sia con l’aumento della percentuale di rappresentatività in seno al consesso assembleare, sia attraverso l’istituzione di un comitato di filiera paritetico.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi