PERIZIE GRANDINE, SCUOLA DELL’OLIO, ASSISTENZA TECNICA: PARTE DA QUI LA PARTNERSHIP FRA COLDIRETTI ED AGROTECNICI

L’agricoltura italiana opera in un mercato sempre più competitivo ed attento alla qualità delle materie prime, alla sostenibilità ed alla tutela del territorio e la sfida per continuare a crescere può essere vinta solo attraverso la modernizzazione delle imprese e dei processi produttivi, un obiettivo realizzabile soltanto con il supporto di figure professionali specializzate.

Questa comune consapevolezza ha spinto la Confederazione Coldiretti ed il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati a stipulare, in occasione del “Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione” di Cernobbio (11/12 ottobre 2019), un Accordo programmatico che getta le basi per creare strumenti e strutture capaci di accompagnare le imprese agricole italiane in un percorso di crescita e di internazionalizzazione.

La Confederazione Coldiretti, che rappresenta oltre 1,6 milioni di imprese agricole in tutto il territorio nazionale, ha ben chiaro il futuro che attende i propri iscritti e la necessità di creare sinergie con i professionisti che operano nel settore agro-alimentare le cui competenze sono diventate indispensabili per lo sviluppo delle imprese stesse.

Da parte sua il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati rappresenta, ininterrottamente da otto anni, il primo Albo professionale del settore agro-alimentare per numero di candidati agli esami abilitanti alla professione e vanta una capillare presenza operativa in tutto il territorio nazionale.

Le due organizzazioni, nel rispetto delle rispettive identità e funzioni, hanno dunque inteso dare vita ad una robusta partnership, che ha già originato tre importanti iniziative:

- un accordo per la formazione, attraverso specifici Corsi congiuntamente realizzati, di “Periti estimatori danni da avversità atmosferiche” nonchè per la gestione dei rischi delle imprese agricole;

- la creazione di una “Scuola dell’Olio” per la promozione di questo prodotto e della cultura del cibo;

- utilizzando precedenti esperienze maturate dagli Agrotecnici, saranno realizzati servizi ad alto contenuto professionale, aperti ai tecnici liberi professionisti, che -dopo una iniziale sperimentazione- verranno messi a disposizione delle imprese aderenti a Coldiretti.

L’Accordo sottoscritto a Cernobbio promette di avere effetti rilevanti; la principale organizzazione del settore agricolo ha individuato nell’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati la categoria professionale più dinamica ed attiva ed intende, tramite essa, consolidare il rapporto tra il mondo delle imprese e quello dei consulenti nel settore agro-alimentare attraverso l’erogazione di servizi ad alto valore aggiunto capaci di rispondere alle sfide che attendono questo settore.

Con i suoi 12.712 iscritti ed un incremento dei professionisti in attività che, negli ultimi otto anni, è sempre stato superiore ad oltre il 5% all’anno, l’Albo degli Agrotecnici degli Agrotecnici laureati è il soggetto che più di ogni altro può garantire il risultato atteso da Coldiretti.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi