PESCA, CONSIGLIO UE SI INCONTRA SU FEAMP E PCPREGOLARIZZARE MERCATI E RENDERLI SOSTENIBILI

pesciRiforma politica comune del settore, regolarizzazione comune dei mercati nel settore della pesca e dell'acquacoltura, e regolamento relativo al Fondo europeo marittimo e pesca, il Feamp. Questi i temi al centro della riunione del Consiglio Ue Agricoltura e Pesca prevista a Bruxelles il 28 gennaio, sotto la presidenza di Simon Coveney, ministro irlandese dell’agricoltura. L’obiettivo della nuova politica della pesca è quello di mettere fine alla pesca eccessiva per renderla sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale. La nuova politica si propone di riportare gli sotck ittici a livelli sostenibili e di fissare le catture su pareri scientifici. Ma anche fornire ai cittadini dell'UE un approvvigionamento alimentare stabile, sicuro e sano portando nuova prosperità al settore della pesca e ponendo fine alla dipendenza dai sussidi. Creando nuove opportunità di crescita e occupazione nelle zone costiereIl nuovo fondo, FEAMP, contribuirà a conseguire gli obiettivi ambiziosi della riforma e aiuterà i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile, così come le comunità costiere per diversificare le loro economie. Il Fondo finanzierà progetti deputati a creare nuovi posti di lavoro e migliorare la qualità della vita lungo le coste europee. Andrà a sostituire l'attuale Fondo europeo della pesca (FEP) e una serie di altri strumenti. Gli importi busta proposte al 6500 000 000 € per il periodo dal 2014 al 2020 (IP/11/1495). La Commissione informerà il Consiglio sui negoziati di pesca tra l'UE e si discuterà deòòa Proposta di regolamento che stabilisce misure tecniche e di controllo nello Skagerrak, proposto dalla Commissione nel mese di agosto 2012 (vedi http://europa .eu/rapid/midday-express-29-08-2012.htm). L’obiettivo è quello di garantire la sostenibilità a lungo termine degli stock ittici. Bloccando la pratica dei rigetti. Segue infine un dibattito a livello ministeriale sui piani pluriennali di gestione. Le proposte della Commissione sulla riforma della politica comune della pesca ha dato ai piani pluriennali un ruolo centrale nella nuova PCP.

alm

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Reload Image

Enter Captcha Here : *

MORE ARTICLES