PESCA, LA COMMISSIONE UE DA DUE MESI DI TEMPO A ITALIA E SPAGNA PER ADOTTARE PIANI DI GESTIONE NEL MEDITERRANEO “VALIDI”IN MANCANZA DI UNA RISPOSTA SODDISFACENTE POTRA' DEFERIRE I DUE PAESI ALLA CORTE DI GIUSTIZIA UE

PESCA2La Commissione ha chiesto formalmente a Italia e Spagna di conformarsi alle norme dell’UE sulla pesca nel Mediterraneo. A norma del regolamento sul Mediterraneo, gli Stati membri devono adottare piani nazionali di gestione per le attività di pesca condotte con reti da traino, sciabiche da natante, sciabiche da spiaggia, reti da circuizione e draghe all’interno delle rispettive acque territoriali.

I piani di gestione avrebbero dovuto essere adottati entro il 31 dicembre 2007, ma, in violazione del regolamento, Italia e Spagna non dispongono ancora di piani validi di gestione per le attività di pesca condotte con draghe. I piani nazionali previsti sono strumenti importantissimi per uno sfruttamento sostenibile delle risorse alieutiche nel Mediterraneo, mare in cui, tradizionalmente, non si applica la gestione della pesca basata sui contingenti.

In mancanza di una risposta soddisfacente entro due mesi, la Commissione potrà deferire l’Italia e la Spagna alla Corte di giustizia dell’UE.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Reload Image

Enter Captcha Here : *

MORE ARTICLES