PESCA, UNCI AGROALIMENTARE: DA BRUXELLES SEGNALI INQUIETANTI IN PROSPETTIVA FEAMP

“Da quanto si apprende in sede comunitaria e secondo quanto annunciato dalla Commissione Ue - ha dichiarato in una nota il Presidente di UNCI Agroalimentare Gennaro Scognamiglio - il prossimo Feamp, il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (2021-2027) sarà decurtato di 300 milioni rispetto ai circa 6,14 miliardi previsti per il 2014-2020. La notizia – ha aggiunto Scognamiglio - crea un innegabile insoddisfazione e un profondo senso di preoccupazione nel settore. Quest’annuncio da parte della Commissione dimostra ancora una volta che per Bruxelles il futuro della Pesca è legato all’entità delle risorse e non sulla sulla qualità delle misure. I nostri pescatori si aspettano  altro dall’Europa – ha concluso il Presidente di Unci Agroalimentare - e, se quanto annunciato risultasse fondato, chiediamo al neo Ministro Centinaio di attivarsi per tempo perché il nuovo Feamp risulti diverso e più rispondente ai bisogni del ceto peschereccio di quanto non lo sia stato fino ad ora.”

Sul fronte Mipaaf il Presidente di UNCI Agroalimentare ha inoltre formulato le proprie congratulazioni per la nomina dei nuovi Sottosegretari di Stato alle Politiche Agricole, Alessandra Pesce e Franco Manzato, cui ha rivolto i più fervidi auguri di un proficuo lavoro nell’interesse della pesca e del sistema agricolo nazionale.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES