PIANO OLIVICOLTURA: L’UCI DI SERPILLO AL MIPAAF PER LA RIGENERAZIONE DEL PATRIMONIO OLIVICOLO PUGLIESE

Parte attiva l’UCI di Serpillo nella definizione del Decreto Mipaaf messo a punto per tracciare le linee guida che vede risorse stanziate per 300 milioni da destinare all’olivicoltura nazionale.

Saranno determinati dalla Regione Puglia i contributi per la riconversione verso altre colture che determinerà le procedure di accesso, l’entità e i criteri di erogazione del contributo concedibile, assicurandosi di portare a soluzione qualsiasi iniziativa volta a garantire la necessaria demarcazione con interventi analoghi finanziati attraverso altri strumenti di intervento.

Rilevante l’intervento di Antonio Stea, dell’Area Tecnica dell’Unione Coltivatori Italiani, che ha portato un costruttivo contributo su punti decisivi dello schema di decreto, che prevede 25 articoli.
La proposta avanzata da Stea è quella di canalizzare parte delle forze economiche stanziate nel piano per incrementare le risorse nel bando del PSR della Regione Puglia 2014-2020 (misura 4.1c), per il quale da tempo c’è già una richiesta di spesa da parte dei produttori del Salento di circa 120 milioni di euro con progetti già presentati ma non finanziabili, perché l’ente regionale ha risorse per soddisfare soltanto il 20% delle richieste pervenute.
È stata riscontrata coerenza tecnica nella proposta di UCI, sia dal Capo Dipartimento del Mipaaf, Giuseppe Blasi, sia da altre associazioni presenti.

L’UCI, forte della propria tradizione a sostegno dei produttori pugliesi, ha richiesto al Ministero di concentrare le risorse (300 milioni nel biennio 2020-2021) soprattutto per gli imprenditori agricoli e i frantoi colpiti da perdite di produzione.

Il Presidente Nazionale, Mario Serpillo: “Encomiabile l’impegno e la tenacia dei vertici ministeriali da cui traspare consapevolezza dell’importanza strategica della filiera olivicola pugliese, vista la necessità impellente di poter contare su risorse certe e subito fruibili per il ripristino delle economie aziendali di tutto il territorio pugliese”.

Si aspetta ora un feedback dal Ministro e dagli Uffici di pertinenza relativo alle proposte del partenariato e per definire il testo del Decreto ministeriale per il passaggio in Conferenza Stato-Regioni previsto per il prossimo 16 gennaio.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi