POFFERI (CONFCOOPERATIVE) E ABRATE (GRUPPO LATTE COGECA) IN POLONIA A SEMINARIO SU RUOLO COOPERATIVE AGRICOLE

Leonardo Pofferi, Responsabile dell’Ufficio Confcooperative di Bruxelles e Tommaso Mario Abrate, Vicepresidente del Gruppo Latte della Cogeca (l’organizzazione europea delle cooperative agricole), hanno preso parte a Varsavia ad un seminario di due giorni per far conoscere e promuovere l’aggregazione in forma cooperativa organizzato dalla Federazione dei produttori agricoli polacchi sotto l’egida del Ministero dell’Agricoltura, al quale hanno partecipato i rappresentanti della cooperazione agricola dei principali Stati della UE.

I lavori sono stati aperti dal Ministro polacco dell’Agricoltura, convinto sostenitore della necessità di promuovere la diffusione delle cooperative in un paese come la Polonia in cui esse di fatto stentano a diffondersi a causa dei ricordi negativi legati al periodo comunista durante il quale la cooperativa non era altro che un’ulteriore espressione del controllo statale.

Nelle diverse tavole rotonde sono state messe in rilievo le buone pratiche di ciascun paese in modo da evidenziare ai colleghi polacchi le potenzialità della cooperazione e il ruolo che essa svolge per il rafforzamento delle condizioni economiche e sociali degli agricoltori.

Il movimento cooperativo italiano è stato rappresentato da Leonardo Pofferi - che durante il suo intervento in qualità di Presidente del Comitato di coordinamento cooperativo della Cogeca, ha ricordato i numeri e i punti di forza della cooperazione in Europa confrontando anche la diversa diffusione e la diversa strutturazione a seconda dei paesi – e da Tommaso Mario Abrate, già noto alle organizzazioni polacche per aver partecipato a diversi eventi simili negli ultimi anni. Rispondendo alle domande della moderatrice e del pubblico, il vice presidente Gruppo Latte Cogeca ha dimostrato come lo strumento cooperativo conduca non solo a evidenti risultati in termini economici (renumerazione dei produttori, valorizzazione della materia prima, produzione di eccellenze), ma svolga anche un importante ruolo sociale che va dalla partecipazione democratica e diretta del singolo al mantenimento di posti di lavoro in zone spesso difficili da cui altre forme di impresa si tengono lontane.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi