PSR PUGLIA, DOPO 14 MODIFICHE, E’ CAOS TRA RICORSI AL TAR E GRADUATORIE ATTESE INVANO. ECCOLI

psr puglia

E' caos nella regione Puglia sui bandi PSR della misura 4.1. Eco i ricorsi

Continua il caos relativo al Psr della regione Puglia. Da quanto apprende AGRICOLAE sono stati depositati cinque ricorsi al Tar della Puglia di Bari.

Si tratta - in allegato la documentazione - di ricorsi (che coinvolgono decine di ricorrenti) alla graduatoria relativa alla Misura 4.1a Psr della  Puglia 2014-2020 contro l'autorità di gestione e contro la stessa regione Puglia.
Dopo i ricorsi al TAR per la misura 19 del PSR Puglia, ancora caos in merito ai bandi promossi dalla Regione Puglia e dall'Autorità di Gestione del PSR Puglia 2014-2020;  questa volta sono le misure strutturali a subire probabili stop con ingenti risorse bloccate. In particolare decine e decine di aziende agricole individuali e società agricole, mediante la notifica alla Regione Puglia nella persona del Presidente pro-tempore Michele Emiliano ed all'AdG Prof. Gianluca Nardone, dal 2015 alla guida tecnica dell'Autorità hanno presentato 5 ricorsi al T.A.R. Puglia sede di Bari per chiedere l'annullamento della prima graduatoria pubblicata dalla Regione a valere sul bando della misura 4.1a del Piano di Sviluppo Rurale. Un bando (modificato 14 volte) con una dotazione di 60 milioni di euro pubblicato nel 2016 e dopo oltre una decina di emendamenti tecnici e proroghe, chiuso solo pochi mesi addietro. AGRICOLAE è riuscita ad ottenere e qui pubblicare il contenuto di uno dei 5 predetti ricorsi amministrativi in cui sono state rese note ed indicate le motivazioni degli annullamenti imputabili alla gestione regionale dello strumento del Psr, da quanto apprende Agrocolae si attenderà giorno 6 marzo per conoscere se il TAR darà la sospensiva.
Sulle altre graduatorie, quella ad esempio della misura 6.4 con una dotazione di decine e decine di milioni di euro e che toccano gli aspetti della multifunzionalità e sulle quali la Puglia in passato tanto ha fatto bene, in assessorato da ottobre 2017 non si registra alcuna notizia in merito all'attesa della graduatoria con incertezza tra le aziende e gli investimenti che alcune aziende, come per il bando della misura 4.1a, hanno già avviato. Ancora caos e ricorsi dunque nella gestione del Psr della Puglia.
Secondo alcune voci sembrerebbe ci sia il rischio di sospensione verso un autotutela. Se così fosse, si bloccherebbero tutti i bandi delle misure strutturali e quelli della multifunzionalità generando ulteriore caos e ritardi. Ma soprattutto mancati investimenti che si tradurrebbero in danni per l'economia agriocola regionale.

Qui di seguito Agricolae riporta in PDF uno dei ricorsi:

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi