REGIONE BASILICATA, STAGIONE VENATORIA INIZIERA IL 20 SETTEMBRE

La stagione venatoria in Basilicata per l’anno 2015/2016 avrà inizio il 20 settembre prossimo. Lo ha stabilito la Giunta regionale con apposita delibera proposta dell’assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia.

 

“La Regione Basilicata - fa presente l’assessore Braia- disciplina l’esercizio di tale attività ai sensi della legge regionale 2/95. Le finalità del calendario venatorio 2015/2016 sono di regolamentare la caccia, vigilare sulla fauna selvatica ma anche tutelare le produzioni agricole del nostro territorio. Fino a nuove disposizioni sarà consentito il prelievo venatorio seguendo i principi della caccia programmata e controllata con i termini e le modalità indicate nel provvedimento che la Giunta regionale ha approvato”.

 

Nell’articolo 1 del provvedimento è fissato che la stagione inizierà il 20 settembre e terminerà il 31 gennaio 2016. Viene anche specificato che solo per le specie colombaccio, ghiandaia e cornacchia grigia (da appostamento temporaneo) la stagione si protrarrà sino al 10 febbraio. Nei vari articoli seguenti sono definiti tutti i periodi e le specie cacciabili oltre che le giornate di caccia, gli orari e il carniere consentiti, le regole per cacciare la selvaggina migratoria, l’uso per i cani da caccia, la disciplina dell’attività venatoria nelle aree protette nazionali e regionali. Per l’esercizio dell’attività è necessario possedere l’apposito tesserino regionale rilasciato dalla Provincia di residenza. I titolari di licenza di caccia che effettuano l’esercizio venatorio devono essere muniti di ricevuta di versamento della tassa di concessione prevista dall’articolo 36 della legge regionale 2/95. Il versamento deve essere effettuato a mezzo di c/c postale n.218859 intestato a Regione Basilicata-servizio tesoreria-85100 Potenza. Per quanto riguarda i divieti valgono tutti quelli previsti dalla normativa nazionale e regionale per cui è vietata la caccia nei soprassuoli delle zone boscate percorse dal fuoco (art. 10 legge nazionale 353/2000). E’ sempre vietato abbattere qualsiasi esemplare della fauna stanziale e migratoria che non sia tra quelli espressamente elencati nel calendario approvato. Gli altri veti sono previsti nell’articolo 15 del calendario. Il provvedimento sarà pubblicato sul prossimo Bollettino ufficiale della Regione Basilicata.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi