REGIONE TOSCANA AL VINITALY: PRIMI AD AVER MESSO IN CAMPO STRUMENTI FINANZIARI

 "La Toscana è la prima regione ad avere iniziato il percorso per mettere in campo gli "strumenti finanziari" della 'Piattaforma di garanzia' gestita dal FEI, il Fondo europeo per gli investimenti, che consentirà di soddisfare le richieste di finanziamento provenienti dalle imprese agricole ed agroalimentari anche di piccole dimensioni".L'assessore regionale toscano a agricoltura e foreste Marco Remaschi, a Verona per l'inaugurazione della cinquantunesima edizione di Vinitaly, ribadisce l'importanza della firma del protocollo avvenuta ieri alla presenza del commissario europeo Phil Hogan e del ministro Maurizio Martina. "La nostra regione – afferma - ha voluto scommettere su questo strumento con 10 milioni di euro, che avranno un effetto-leva di 4-5 volte superiore rispetto alle disponibilità messe a disposizione dalla Bei, da Ismea, dalla Cassa Depositi e Prestiti spa, e dal Fei. La firma di ieri costituisce un passo importante verso la fase applicativa di una complessa procedura, che vuole dare risposte a tutti gli imprenditori che trovano difficoltà a rivolgersi al mercato tradizionale del credito e aiutare le imprese ad essere sempre più innovative e competitive e a pot er sviluppare le proprie idee progettuali".

Stamani l'assessore regionale è intervenuto all'evento di apertura di Vinitaly nel corso del quale il ministro Martina ha insistito sui temi del rilancio e della semplificazione del settore vitivinicolo, cercando di portare l'attenzione sui mercati asiatici, e sugli acquisti on line e via web come nuovi strumenti di commercializzazione, sfruttando circuiti come il cinese "alibaba" e altri. Tra i vari temi affrontati quello della ripartizione delle risorse, rispetto al quale l'Italia ha ribadito la contrarietà al solo criterio della superficie, che non tiene conto degli sforzi produttivi e di tutela della biodiversità degli agricoltori italiani in particolare.

Successivamente Remaschi si è recato agli stand dove sono raggruppati oltre 700 espositori toscani: "Una grande opportunità – ha detto - per rafforzare e consolidare la presenza toscana sui mercati internazionali. E questo si associa alle varie iniziative di promozione che la Toscana ha organizzato in questi mesi, come Buy Wine alla Fortezza da Basso a febbraio, o a cui ha partecipato – è il caso di ProWein in marzo a Duesseldorf – e parteciperà: Vinexpo a Bordeaux nel mese di giugno".
 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi