RINNOVABILI, A BIOENERGY ITALY LE “SMART GRID”A CREMONAFIERE TUTTE LE NOVITA' NEL MONDO DELLE ENERGIE

Pannelli-solari-fotovoltaiciokViene definita la soluzione del futuro nel campo delle energie rinnovabili. La chiave di volta, nonché evoluzione naturale, in un settore che anche nel nostro Paese sta conoscendo lo sviluppo che merita. Sono le “smart grid”, le reti intelligenti pensate per ottimizzare i consumi elettrici, regolare meglio le forniture valorizzando le produzioni locali di energia. “La gestione della rete e degli accumuli è una materia complessa di cui ci si sta occupando da qualche tempo – precisa Francesco Dugoni, direttore di Agire, Agenzia per la gestione intelligente delle risorse energetiche con sede a Mantova. Per il momento possiamo solo parlare di interventi sperimentali che puntano in ogni caso ad un unico obiettivo: ridurre le eventuali perdite di energia prodotta da impianti di biogas, fotovoltaici, ed eolici, aumentandone parallelamente l’efficienza. In buona sostanza, grazie allo sviluppo delle smart grid sarà possibile ottimizzare i consumi evitando dispersioni o incapacità a soddisfare la domanda in particolari momenti dell’anno”. Valorizzare, accumulare, programmare. Tre verbi che si mischiano e si traducono in un progetto ambizioso dove, come spiega ancora Dugoni “occorre imparare a modulare l’energia prodotta dalle risorse del territorio sapendo che quella ottenuta da impianti fotovoltaici, ad esempio, non è programmabile come quella invece prodotta da impianti di biogas. Da qui allora l’esigenza di accumulare e stoccare per poi distribuire nel modo più efficiente possibile”.

“Dobbiamo abbandonare l’idea delle grandi centrali elettriche – puntualizza il direttore di Agire – orientandoci invece verso un sistema di produzione locale di energia gestito da multiutility o società preposte che smistano e stoccano l’energia richiesta dal territorio dove viene prodotta. A Prato allo Stelvio, ad esempio, un piccolo comune in provincia di Bolzano che conta circa 3500 abitanti, l’energia elettrica e termica ottenuta da fonti rinnovabili è gestita da una cooperativa di servizi che conta circa un migliaio di iscritti tra la popolazione del paese e che oltre a fornire energia a più del 90% delle utenze comunali, immette in rete quella prodotta in eccesso”. Ma a che punto è la ricerca tecnologica destinata a incentivare la realizzazione delle smart grid? “Purtroppo per noi -spiega - , attualmente il livello di ricerca tecnologico più avanzato lo si trova in Germania, da cui saremo costretti a importare tecnologia se vorremo dare sempre maggiore seguito al tema delle smart grid”. Per quanto riguarda l'Italia “Agire ha partecipato di recente a un primo progetto, denominato Alpenergy, che ha riguardato l’interconnessione locale dell’energia e che ha coinvolto i paesi a ridosso dell’arco alpino. Da poche settimane siamo partiti con un ulteriore progetto, che durerà due anni e mezzo, dedicato allo stoccaggio. E a mio avviso è racchiuso qui il segreto, se così vogliamo chiamarlo, dello sviluppo delle smart grid”. La terza edizione di BioEnergy Italy (CremonaFiere 28 feb.-2marzo 2013) si occuperà di tutte le novità e dei progetti più innovativi nel mondo delle energie rinnovabili.

com/elf

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi