RISO, CIA: NO A NUOVE CONCESSIONI IMPORT A DAZIO ZERO DA VIETNAM

Incontri ai massimi livelli in Europa per la Confederazione italiana agricoltori a difesa della risicoltura nazionale. Il presidente Scanavino: allargare il mercato Ue a nuove importazioni senza dazi avrebbe conseguenze pesanti sui nostri produttori, che già pagano anche i tagli della Pac. 

            L’ipotesi di un accordo bilaterale tra l’Unione europea e il Vietnam, con la possibilità per il Paese asiatico di esportare sui mercati comunitari un quantitativo pari a 76 mila tonnellate di riso a dazio zero, preoccupa la Cia-Confederazione italiana agricoltori: “Non ci sono le condizioni per aprire maggiormente il mercato del riso in Europa senza dazi -spiega il presidente nazionale Dino Scanavino- anche perché i nostri risicoltori subiscono già l’impressionante aumento dell’import da parte di Paesi come la Cambogia e il Myanmar, che possono beneficiare degli accordi Eba”.

            Sulla questione, il presidente della Cia Lombardia Giovanni Daghetta ha incontrato sia il direttore della Divisione Cereali del Copa-Cogeca Petit Arnoud che l’onorevole Paolo De Castro della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, i quali hanno garantito la massima attenzione sul tema. Il presidente Scanavino ha sollevato la questione anche con il rappresentante permanente aggiunto dell’Italia presso l’Ue, l’ambasciatore Marco Peronaci.

            Non si tratta di un’istanza protezionistica -evidenzia la Cia- ma di una legittima valorizzazione del riso “made in Italy”, che negli ultimi anni sta già pagando i tagli della Pac e l’import agevolato a dazio zero dai Paesi Eba.

            La risicoltura nel nostro Paese si estende su circa 220 mila ettari, pari al 51% delle risaie dell’intera Ue -ricorda la Confederazione-. La coltivazione del riso è concentrata, poi, in aree dove la forte specializzazione degli operatori ha favorito indotti economici rilevanti, nonché culture, identità, saperi, sapori, tradizioni, oltre che il modellamento di paesaggi e ecosistemi unici con effetti benefici diretti per la biodiversità e la difesa idrogeologica.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi