SANZIONI RUSSIA, SALVINI: ASSURDE. CERCHEREMO DI FARLO CAPIRE A PARTNER UE E NATO

Basta sanzioni alla Russia. "Cercheremo di spiegare ai nostri partner, Ue e Nato" che le sanzioni sono "assurde". Matteo Salvini, il giorno del Consiglio Ue su Brexit, attacca duro: "sono convinto che le sanzioni anti-russe siano un'assurdità sociale, culturale ed economica, e cercheremo di spiegare e convincere tutti i nostri partner di questo, anche durante le discussioni a livello europeo" dichiara il ministro dell'Interno in un'intervista alla Tass prima del suo viaggio a Mosca. Il vicepremier precisa che "purtroppo, il deterioramento delle relazioni diplomatiche tra gli Stati Uniti, alcuni paesi europei e la Russia è un problema difficile, anche per l'Italia, che dipende dalla sua appartenenza a specifiche strutture internazionali. Prima di tutto, l'Ue e la Nato".

Poi le elezioni Ue: "Le prossime elezioni europee saranno l'inizio di cambiamenti epocali per il futuro dell'Europa. I nostri avversari parlano di un'imminente catastrofe in arrivo, ma questo riguarda solo i loro interessi personali - ha aggiunto Salvini - i popoli europei, invece, avranno la possibilità senza precedenti di creare una nuova Unione, che sarà un'unione di territori sovrani, basata sui principi della democrazia e non sugli interessi della minoranza di speculatori finanziari".

Il vicepremier Matteo Salvini è tornato a condannare, dalle pagine della Tass, anche tutti coloro che a Bruxelles attaccano in modo "apocalittico" il governo italiano. "Non corrispondono allo stato reale delle cose e alla realtà in cui vivono i nostri cittadini", spiega. "I lobbisti finanziari a Bruxelles non possono accettare la nostra presenza al potere", perché Lega e Cinque Stelle sono "due movimenti politici che non possono essere ricattati in alcun modo". "Sono sempre più convinto – spiega ancora - che le lobbies finanziarie a Bruxelles non possono accettare la nostra presenza al governo: questa reazione non mi sorprende, per anni hanno manipolato fantocci mentre adesso sono costretti ad avere a che fare con due movimenti politici verso i quali non possono fare ricatti poiché non devono niente a nessuno, se non difendere gli interessi del loro popolo".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi