SEMAFORI ALIMENTARI, DEL RE (MAE): GOVERNO E MAE IN PRIMA LINEA PER DIFENDERE AGROALIMENTARE CONTRO POLITICHE RESTRITTIVE

“Il governo italiano e il Ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale sono in prima linea per tutelare l’industria agroalimentare italiana e difendere il nostro modello alimentare dagli attacchi di chi propone l’introduzione di politiche e normative restrittive che colpiscono specifici prodotti alimentari per rispondere al crescente problema dell’obesità e di altre malattie connesse agli stili di vita. Così viceministro per gli Affari esteri e la Cooperazione internazionale, Emanuela Claudia Del Re, intervenendo oggi alla presentazione della “Terza Settimana della Cucina Italiana nel Mondo” riferendosi alla pratica dei cosiddetti semafori alimentari, degli avvertimenti di pericolo sulle confezioni e alla tassazione mirate contro la commercializzazione dei nostri prodotti. “Tra l’altro - ha continuato Del Re -   tali misure, caldeggiate dall’OMS, non sempre godono di solide evidenze scientifiche ma rischiano di fuorviare il consumatore attraverso un giudizio sintetico sulla cosiddetta qualità nutrizionale del singolo alimento catalogandolo come sano non sano o dannoso per la salute”. “Non possiamo accettare il nuovo tentativo lanciato proprio questa settimana all’ONU da un gruppo di sette Paesi che si sono autodefiniti “Alleanza per la politica estera e la salute globale” di classificare come salutare o nocivi per la salute gli Igp. Sono le diete e i regimi alimentari che devono essere  salutari equilibrati, non il giudizio attribuito arbitrariamente ai singoli prodotti. Questo ci dicono le evidenze scientifiche e la ricerca. Questo ripetono in tutte le sedi i nostri ministeri competenti in materia di agroalimentare, nutrizione e salute. Continueremo con convinzione l’azione per tutelare all’ONU e nei fori internazionali la straordinaria qualità dei nostri prodotti tipici alla base della dieta mediterranea. In questo senso la settimana della cucina italiana rappresenta un’importante occasione per promuovere l’educazione alimentare e la corretta informazione dei consumatori tutelando al contempo gli interessi degli operatori del settore”.

Nel suo intervento il viceministro Del Re ha sottolineato come già da tempo la rete diplomatica consolare era stata attivata per contrastare le misure che penalizzano i singoli prodotti e i risultati “molto soddisfacenti al vertice delle Nazioni Unite sulle malattie non trasmissibili di New York dove era stato negoziato un documento bilanciato incentrato sull’educazione alimentare e sulla corretta informazione dei consumatori escludendo la classificazione dei cibi tra salutari e insalubri. “Con i ministeri competenti abbiamo definito una proposta che bilancia la tutela della salute dei consumatori con gli interessi dell’industria italiana di settore, specie di quella dei prodotti di qualità, alle Dop e Igp legati a disciplinari che non consentono di modificare la composizione di tali prodotti”.

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO: DAL 19 AL 25 NOVEMBRE OLTRE 1000 INIZIATIVE IN 110 PAESI

La dieta mediterranea, patrimonio Unesco, e i suoi ingredienti al centro della terza edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo, presentata oggi a Roma presso le Officine Farneto, alla presenza del ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio e del vice ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, Emanuela Claudia Del Re. L'iniziativa, promossa dal Governo e in programma dal 19 al 25 novembre, prevede, come ha ricordato il viceministro Del Re, “più di 1000 iniziative in 110 Paesi” nel mondo e intende promuovere all'estero l'agroalimentare e la cucina italiana di qualità. Tra i tratti distintivi della terza edizione, la valorizzazione degli itinerari enogastronomici e turistici regionali (anche in connessione con il 2018 Anno del Cibo), la sinergia con le celebrazioni dei Centenari Rossiniani per il 150° anniversario della morte del compositore, gastronomo e appassionato di cucina, e la promozione dell’iniziativa “Pasta Pesto Day”, che vede i ristoranti di tutto il mondo impegnati in una gara di solidarietà a favore del Comune di Genova. Inoltre primo piano su attività di formazione, per sviluppare collaborazioni di lungo periodo tra cuochi italiani e locali e tutela e la valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata con azioni di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding.

Tra le iniziative ricordate da Del Re, quella dell’Ambasciata italiana a Kampala, in collaborazione con un’ong italiana e lo chef Fabio Bongianni, che porterà l’attività della settimana della cucina italiana nel campo profughi di Rino dove sono accolti circa 100mila rifugiati sud-sudanesi.

Il tutto nel solco delle grandi tematiche affrontate a Expo: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo educazione, identità, territorio e biodiversità. In programma seminari e conferenze, incontri con gli chef, degustazioni e cene, eventi di promozione commerciale, corsi di cucina, proiezioni di film e documentari legati al cibo, convegni, concerti, corsi di lingua e mostre fotografiche. Tra i Paesi a cui si rivolgono particolari azioni di comunicazione : Usa, Canada, Brasile, Russia, Cina, Giappone ed Emirati Arabi Uniti. Il progetto è ideato e coordinato dalla Direzione generale per la Promozione degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale è stato sviluppato in collaborazione con Mipaaft, Miur, Mibac, Mise nonché tutti i principali enti, associazioni e istituzioni che rappresentano la cucina italiana e l’Italia nel mondo: Regioni, ICE, Enit, università, sistema camerale, associazioni di categoria, scuole di cucina, reti dei ristoranti italiani certificati e operatori del settore enogastronomico.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi