TUMORE AL SENO SI COMBATTE A TAVOLAEPIC: STUDIO UE SU 300MILA DONNE

gianni zio ok okIl tumore al seno si combatte anche a tavola. Una corretta alimentazione, come è noto, è statisticamente e genericamente in grado di prevenire la quasi totalità dei tumori. Recentissime evidenze confermano peraltro che specifiche scelte alimentari possono interferire anche con una patologia tumorale caratterizzata da un’elevata componente ormonale quale il cancro al seno. L'EPIC, uno studio osservazionale europeo che coinvolge più di 300.000 donne europee al fine di valutare i rapporti tra nutrizione e cancro, ha evidenziato, in un sottogruppo di 11.000 casi di cancro al seno, l'azione protettiva delle fibre alimentari di origine vegetale nei confronti di questo tipo di tumore, indipendentemente dalla presenza o meno di menopausa. È' di questi stessi giorni poi la pubblicazione dei risultati di uno studio australiano che dimostra, con buona verosimiglianza, il rapporto tra bassi livelli di vitamina D in circolo e rischio maggiore, sempre di cancro al seno. L'insufficiente produzione endogena di questa vitamina, coincidente anche con la scarsa esposizione della cute al sole ed in genere con l'età, può e deve essere compensata con la sufficiente assunzione di alimenti che ne contengono più alte quantità quali, oltre al classico e storico olio di fegato di merluzzo, altri pesci come le aringhe ed il salmone. Al fine di garantire un buon apporto quotidiano può essere anche sufficiente una costante assunzione di verdure a foglia assieme alle uova ed allo spesso ingiustamente vituperato latte intero coi suoi derivati.

Giovanni Spera

Endocrinologo, Internista ed Obesiologo

Professore Ordinario di Medicina Interna, docente nella scuola di Specializzazione di Endocrinologia da più di 40 anni e Fondatore e Coordinatore Scientifico del Master “Prevenzione e Terapia di Soprappeso, Obesità e Disturbi dell’Alimentazione” alla Sapienza, Università di Roma, ha organizzato e diretto per circa 20 anni  il Centro di riferimento Aziendale del Policlinico Umberto I di Roma per la Diagnosi e Cura dell’Obesità ed i Disturbi dell’Alimentazione. Consulente del Ministero della Salute in più legislature per le Campagne per un corretto stile di vita e la lotta all’Obesità,  è nel CD della Società Italiana per i Disturbi del Comportamento Alimentare e presidente della Sezione Laziale della Società Italiana dell’Obesità dal 2007 al 2012.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi