USA, FILIERA IN CRISI. AGRICOLTORI GETTANO LATTE, FRUTTA E VERDURA, SOPPRESSI SUINI E POLLI. TRUMP: PRONTI AIUTI PER 19 MLD

image_pdfimage_print

Mentre la pandemia di coronavirus interrompe le catene di approvvigionamento in tutto il paese, gli agricoltori sono costretti a distruggere i loro raccolti, scaricare latte e buttare via frutta e verdura fresca che non possono essere immagazzinate, scrive la CNBC.

Con i ristoranti e le scuole chiusi durante il blocco nazionale, i prezzi e la domanda di prodotti agricoli essenziali sono diminuiti. Gli agricoltori che hanno già sopportato una serie di difficoltà finanziarie negli ultimi anni (dalla guerra commerciale USA-Cina alle inondazioni che hanno spazzato via interi raccolti) si trovano ora a dover fronteggiare un surplus di cibo che non riescono a vendere.

Il presidente Donald Trump ha recentemente annunciato un programma di aiuti da 19 miliardi di dollari, chiamato Coronavirus Food Assistance Program, che fornirà 16 miliardi di dollari in pagamenti a agricoltori e allevatori e 3 miliardi di dollari in acquisti di prodotti freschi, latticini e carne da distribuire presso le banche alimentari. Il programma segue un diverso pacchetto di aiuti che il Dipartimento dell’Agricoltura ha attuato per gli agricoltori colpiti dalle tariffe della guerra commerciale.

Il presidente ha anche firmato un ordine esecutivo questa settimana che richiede che gli impianti di confezionamento della carne rimangano aperti durante la pandemia. L’ordine mirava a prevenire il crollo della catena di approvvigionamento alimentare della nazione , che al momento è gravemente sotto stress.

Il commercio di prodotti freschi subirà una drastica crisi durante l’epidemia poiché le catene di approvvigionamento non riescono a rispondere alla crisi e gli agricoltori hanno difficoltà a vendere ciò che raccolgono. Almeno 5 miliardi di dollari di frutta e verdura fresca sono già stati persi, secondo le stime della Produce Marketing Association, riporta sul proprio sito la CNBC.

I focolai di virus negli impianti di lavorazione della carne suina, e la loro conseguente chiusura, hanno causato un alto sovraffollamento di suini nelle aziende agricole, con la conseguenza di dover sopprimere migliaia di maiali per far fronte all'emergenza. John Tyson, presidente di Tyson Foods , con sede in Arkansas, ha avvertito che la chiusura degli impianti di lavorazione a causa della pandemia comporterà la perdita di milioni di animali come polli, maiali e bovini.

Il Dipartimento dell’Agricoltura istituirà un “centro di coordinamento” per aiutare i produttori di bestiame e pollame colpiti dalle chiusure degli impianti di confezionamento delle carni derivanti dal coronavirus.

I produttori lattiero-caseari alle prese con prezzi bassi e un improvviso calo della domanda, a causa del blocco della pandemia, stanno gettando via ogni giorno fino a 3,7 milioni di litri di latte, secondo le stime di Dairy Farmers of America, la più grande cooperativa lattiero-casearia del paese.

Gli allevamenti di polli, che hanno a che fare con problemi di personale, sono stati costretti a sopprimere i polli a causa della ridotta capacità negli impianti di lavorazione.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi