VITICOLTURA: VENETO PRIMO PER EFFICIENZA DELLA SPESA, SARÀ PREMIATO NEL RIPARTO NAZIONALE DELLE RISORSE

Il Veneto, prima regione per efficienza di spesa dei fondi comunitari per lo sviluppo rurale, passa ora all’incasso: le risorse del Piano nazionale sviluppo rurale ancora non spese, o recuperate dallo spostamento in corso d’opera di alcune voci di spesa, saranno distribuite secondo parametri di efficienza alle Regioni che sono già riuscite ad impegnare tutti i fondi di propria pertinenza. Ne dà notizia l’assessore all’agricoltura della Regione Veneto Giuseppe Pan,  al termine della riunione della commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni ospitata oggi, in via straordinaria, dal Vinitaly di Verona.

“Gli assessori all’agricoltura delle diverse Regioni – spiega Giuseppe Pan – hanno convenuto di utilizzare secondo parametri di efficienza parte delle risorse rese disponibili dallo spostamento della misura per l'incentivazione delle assicurazioni, che verranno pagate nel 2019.  In questo modo si recupereranno circa 10 milioni di euro, che verranno distribuiti sulla base dell'efficienza dimostrata dalle Regioni nella capacità spendere le risorse assegnate negli ultimi 5 anni”.

Da questo punto di vista – osserva Pan - il Veneto è in prima fila, perchè è una regione che ha speso anche più di quanto assegnato dal ciclo di programmazione comunitaria,  evitando così di dover "restituire" risorse alla UE: in media la spesa impegnata in Veneto si attesta sul 110% del piano finanziario settennale approvato a Roma e a Bruxelles.

“Il metodo per ora è sperimentale e mira a garantire il massimo utilizzo delle opportunità finanziarie europee – spiega Pan - Così facendo i viticoltori veneti non perderanno i fondi per le assicurazioni sul raccolto per i vigneti, che cambieranno solo fonte di finanziamento, e potranno beneficiare di risorse aggiuntive per le misure del PNS (ristrutturazione vigneti, promozione dei vini nei paesi terzi, investimenti per la trasformazione dell'uva in vino). In questo modo la Regione potrà sostenere in modo ancor più efficace e consistente gli investimenti dei viticoltori e degli operatori della commercializzazione”.

La Regione Veneto sarà, inoltre – informa Pan - coordinatrice del gruppo tecnico per la revisione dei parametri per il riparto dei fondi del PNS fino al 2023, per scelta della Commissione per le politiche agricole delle Regioni . “Un incarico che valorizza, ancora una volta – conclude l’assessore - il ruolo del Veneto nel settore vitivinicolo e la capacità di gestire in modo efficiente gli aiuti pubblici al comparto, nel rispetto delle potenzialità di ciascun territorio”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi