12-15 AGOSTO STREETFOOD: IL CIBO IN STRADA.TRA I TRULLI DI ALBEROBELLO

L’Associazione Nazionale Streetfood animerà ancora una volta Alberobello, dopo il successo della passata edizione 2016. Nel ponte di Ferragosto in Contrada Popoleto attese migliaia di persone per degustare la tradizione fatta in strada e l’unica in Italia certificata da un marchio all’origine 

Il cibo di strada dell’Associazione Streetfood ancora una volta scelto da Alberobello (Ba) per festeggiare l’estate tra i trulli. Dal 12 al 15 agosto infatti, nella contrada Popoleto (zona campo sportivo), lo Streetfood Village sarà il luogo dove poter degustare il miglior cibo di strada da tutta Italia e da tutto il mondo. Ancora una volta il cibo di strada con la “tendina” è stato scelto dall’Amministrazione comunale come evento di punta all’interno della kermesse estiva “Andar per Trulli”. Saranno giorni di festa all’insegna dello streetfood e della storia di questa tradizione gastronomica. «L’anno scorso avevamo fatto da sfondo alla ricorrenza dei venti anni dalla proclamazione di patrimonio Unesco – dice il presidente dell’Associazione Streetfood, Massimiliano Ricciarini – tornare nella città delle “bombette” ci riempie di piacere e collaborare con gli organizzatori di questo cartellone estivo, animandone uno dei momenti più importanti e vivi dell’anno, ci fa piacere ed è segno di una accoppiata vincente».

 I cibi di strada presenti allo Streetfood Village. Come sempre sarà un giro del mondo attraverso i sapori di strada dalla puccia con polpo, pasticciotti e panserotti, bombette di Alberobello, Un’ape che propone Alici di Anzio in tutte le salse dal fritto al primo piatto, Pesce fritto e arrosto, Pasticceria napoletana. Poi Panini di Mare: pesce adeguatamente abbattuto e servito fresco su panini con condimento a crudo, un progetto tuto pugliese partito dal Gargano ad opera dello chef del Trabucco di Peschici Mario Ottaviano e già esportato in sede fissa in grandi città italiane. Non mancheranno le evergreen olive ascolane, hamburger di Chianina IGP, cibo di strada palermitano come pane ca’ meusa, pane e panelle, arancine e cannoli e tra gli stranieri la paella valenciana, la carne cotta al barbecue in stile USA e il tutto è annaffiato da ottima birra fredda e artigianale friulana e toscana per contrastare l’incessante afa estiva. A far da contorno all’evento lo spettacolo con dj e balletti dei mattatori pugliesi Mimmo e Viviano Bagnardi.

Alberobello e le Murge, ovvero le bombette e i fornelli pronti. E’ proprio ad Alberobello (Ba) e nel territorio delle Murge Baresi, che nasce il tradizionale consumo di bombette assieme a gnummeredd e zampina nello spiedo dei fornelli pronti. Sono cibi di strada gustosi e preparati e cotti in macelleria dentro piccoli forni a legna. Il pubblico prenota lo spiedo e passa a ritirarlo per consumo sul posto o a casa. Le bombette sono involtini di capocollo di maiale farciti con formaggio canestrato stagionato. Gli gnummeredd sono fatti di fegato di agnello chiusi con budello e una foglia di prezzemolo. La zampina è una salsiccia tipo luganiga a punta di coltello impastata con spezie.

L’Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da gustare con le mani. Nel 2015 sono stati 28 gli eventi in tutta Italia toccando quasi due milioni di persone che hanno consumato cibi di strada in quantità record.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES