AGRICOLTURA 4.0, CIA, CONFAGRICOLTURA E COPAGRI: IMPORTANTE APERTURA DEL MINISTRO PATUANELLI SULLE MISURE MANOVRA

Cia Agricoltori, Confagricoltura e Copagri esprimono apprezzamento per le parole pronunciate oggi dal Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli sull’intenzione di estendere la platea dei beneficiari del super e iper ammortamento alle imprese che godono di un regime fiscale forfettario. L’annuncio è stato fatto nell’ambito dell’incontro “Transizione 4.0”, tenutosi al MISE con le parti sociali in relazione alle misure di “Industria 4.0”. 

“Questa apertura – rilevano Cia, Confagricoltura e Copagri – sembrerebbe includere tutte le imprese agricole, e accoglierebbe di fatto quanto abbiamo richiesto apertamente da tempo e ribadito di recente in sede di audizione in Senato sulla legge di bilancio”.

L’accesso al super e iper ammortamento per tutte le aziende agricole per l’acquisto di beni strumentali materiali nuovi significherebbe, se confermato, dare continuità agli sforzi già compiuti dal Governo per favorire l’innovazione nel settore primario e permetterebbe di dare impulso all’agricoltura italiana a favore della sostenibilità ambientale, della sicurezza sul lavoro e alimentare, favorendo lo sviluppo agricolo ed economico del Paese.

“Attendiamo di avere quanto prima la definizione dei contorni sull’effettiva applicabilità delle misure di ‘Industria 4.0’ - concludono Cia, Confagricoltura e Copagri - in particolare in relazione alla fruizione del credito di imposta equivalente a tutte le imprese agricole”.

Era stato scritto:

DOPO BONUS VERDE SPARISCE AGRICOLTURA 4.0. COSI’ IL PD CERCA DI ‘COMPLICARE’ LA VITA A ITALIAVIVA DI RENZI

Agricoltura 4.0 è sparita dall'articolato della legge di Bilancio.

Fino a pochi giorni fa sembrava essere in dirittura di arrivo la misura deputata ad estendere le agevolazioni fiscali dall'Industria 4.0 al comparto Primario.

Da quanto apprende AGRICOLAE  sembrerebbe che il ministero dell'Economia abbia messo in stand by le risorse destinate e da tempo accantonate, per la misura in questione.

La decisione del ministero dell'Economia sembra inserirsi - sempre da quanto si apprende - in una logica di politica di attacco, da parte del Partito Democratico, al neonato partito di Matteo Renzi. Di cui il ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova è tra i maggiori rappresentanti nonché coordinatrice.

In sostanza 'minare' il lavoro del collega di tavolo di Palazzo Chigi per 'livellare' Italia Viva e tutto ciò che ne viene.

E' di pochi giorni fa la notizia - data da AGRICOLAE - della scomparsa del Bonus Verde (misura di competenza Mipaaf che fa capo a Bellanova di ItaliaViva) e dell'introduzione del Bonus Facciate per rifare, appunto, le facciate dei palazzi (misura di competenza del Mibact, di Dario Franceschini).

Tra Matteo Renzi e Dario Franceschini non corre più, ormai da tempo, buon sangue. In termini politici.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi