BUONO COME PANE E OLIO: ASSITOL RILANCIA LA MERENDA ALL’ITALIANA

A Olio Officina Festival, ASSITOL rilancia l’abbinamento tra due alimenti simbolo della nostra cucina e invita a sperimentare i 200 tipi di pane prodotti in Italia insieme ai tanti oli delle aziende nazionali, che, tra Dop, Igp, 100% italiano e blend, sono circa un migliaio.

La merenda italiana per eccellenza si fa con pane fresco e olio extravergine. Lo ha ribadito ASSITOL, l’Associazione italiana dell’industria olearia, che, in occasione di Olio Officina Festival, la manifestazione dedicata alla promozione della cultura dell’olio, ha dedicato un incontro con degustazione a questa “accoppiata” promossa da medici e riscoperta anche dai grandi chef.

Marcello Scoccia, vicepresidente di Onaoo, l’organizzazione degli assaggiatori d’olio d’oliva, che ha guidato la degustazione, ha invitato “ad assaggiare il più possibile e a scegliere sulla base del gusto personale. Non ci sono regole fisse, ma provare prodotti differenti è il modo migliore per capire l’olio e valorizzarlo a tavola, accostandolo a preparazioni diverse”.

In Italia, gli oli, da quelli Dop-Igp al 100% italiano per arrivare alle numerose possibilità di “blend”, sono in totale circa un migliaio, mentre esistono 200 varietà di pane, declinate in 1500 varianti. La possibilità di abbinamento, quindi, è praticamente infinita.

“Pane fresco e olio extravergine insieme stanno sempre bene – ha affermato Andrea Carrassi, direttore generale di ASSITOL –  per giunta, la molteplicità di pani e oli del nostro Paese ci consente di cambiare continuamente gli abbinamenti e di crearne sempre di nuovi”. Anche per l’impiego di tutti i giorni, ha ricordato Carrassi, “è bene non limitarsi ad un solo olio in casa: meglio un paio, a seconda delle necessità di condimento e del tipo di pietanza”.

Per Palmino Poli, presidente di AIBI, l’Associazione Italiana Bakery Ingredients, “pane fresco e olio extravergine formano una coppia vincente: proprio quello che ci chiedono i consumatori, sempre alla ricerca dei sapori di una volta e di ingredienti più naturali. Ma cosa ci può essere di più naturale di pane e olio?”.

Secondo le rilevazioni AIBI-Cerved, il pane artigianale, consumato da quasi il 90% degli italiani, è impiegato non più come semplice accompagnamento del pasto, ma di tutti i momenti della giornata. “L’accostamento con l’extravergine – ha concluso Poli – lo trasforma nella merenda ideale, per tutti i gusti e tutte le età”.

E a proposito di pane, Roberto Capello, presidente della Federazione italiana panificatori, ha ricordato il servizio di prossimità svolto dai 25mila artigiani italiani. “Ci preoccupiamo di fornire un’offerta variegata – ha osservato - capace di rispondere alle esigenze di un consumatore curioso e attento alla salute. Più che di abbinamenti, possiamo parlare di tanti, tantissimi ‘matrimoni combinati’, che ogni consumatore può creare a seconda dell’orario e dei gusti”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi