CENTINAIO: A BREVE MINISTERO SU TURISMO CON PORTAFOGLIO, PER ORA DELEGA AL MIPAAF. SU IMPORT OLIO TUNISINO E ARANCE MAROCCHINE: PRIMA GLI AGRICOLTORI ITALIANI

"Il decreto sul turismo è pronto e se non andrà in questo Cdm andrà nel prossimo”. Così il ministro dell’agricoltura Gian Marco Centinaio alla sua prima uscita pubblica ala Cia, dove si svolge l’assemblea elettiva di Turismo Verde. “L’obiettivo - spiega- è creare un ministero sul turismo con portafoglio. Oggi sarebbe senza, per cui sarebbe inutile. Io che mi occupo di turismo da anni preferisco tenerlo all’interno dell’agricoltura e sono tutti d’accordo su questa scelta. Sono tutti d’accordo nello spostare la delega dal Mibac al Mipaaf". Dura poi la posizione sulle importazioni dell’olio tunisino e delle arance dal Marocco. “Io sono il ministro dell’agricoltura italiana, non il ministro dell’agricoltura in Marocco o in Tunisia. Dunque credo che nonostante sia giusto aiutare i paesi del Mediterraneo e della Tunisia il mio compito sia quello di difendere gli agricoltori e il made in Italy. In questo senso noi diciamo sempre prima gli italiani”.

Infine su nomine Mipaaf: “È ancora presto per parlare di viceministri e sottosegretari”, conclude.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi