COCA COLA HBC, UILA: RINNOVATO ACCORDO INTEGRATIVO DI GRUPPO

È stato siglato, nella notte a Milano, il rinnovo dell’accordo integrativo del gruppo Coca Cola HBC Italia per il triennio 2014-16. Ne dà notizia il segretario nazionale della Uila-Uil Pietro Pellegrini, che sottolinea: “la trattativa, avviata in ritardo rispetto agli altri gruppi industriali, ha subito una forte accelerazione grazie allo sforzo congiunto di Fai-Flai-Uila e, seguendo ritmi serrati, ha portato alla firma di un rinnovo non scontato, soprattutto alla luce della sfavorevole congiuntura economica”.

“L’accordo” spiega Pellegrini “conferma l’importanza delle relazioni sindacali in Coca Cola; rafforzato il ruolo del coordinamento nazionale Rsu le cui competenze vengono ampliate, sia in fase di informazione preventiva che in materia di comitato aziendale europeo.

Importante anche il riconoscimento del contratto di lavoro part time come strumento idoneo ad affrontare la mutevolezza del mercato del beverage italiano: prevista, infatti, la possibilità di sfruttarlo per coniugare il mantenimento dei livelli occupazionali con la sempre maggiore flessibilità organizzativa richiesta.

L’accordo prevede l’iscrizione di tutti i lavoratori al fondo assistenza sanitaria alimentaristi (Fasa) dal 1 gennaio 2015, senza però penalizzare i dipendenti già assicurati con la polizza sanitaria in vigore.

Riguardo il premio di produttività, oltre a una maggior incidenza dei parametri gestionali di sito (innalzati all’80%) con relativo contenimento dell’incidenza del risultato operativo (limitato al 20%), il valore complessivo del premio nel triennio 2014-16 è di 6.100 euro, con un incremento del 13% rispetto al triennio precedente; a regime, il premio sarà pari a 2.150 euro nel 2016”.

“Siamo molto soddisfatti”, conclude Pellegrini “per un accordo che offre importanti garanzie ai dipendenti Coca Cola, soprattutto in tema di assistenza sanitaria e stabilizzazione dei rapporti di lavoro: la tutela dei livelli occupazionali, infatti, nell’odierno contesto socio-economico, è un obiettivo prioritario su tutti i tavoli negoziali”.

 

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi