CONFERENZA NAZIONALE AGCI. 8MLD DI FATTURATO, 400 MILA SOCI E 120MILA OCCUPATI

8 miliardi di euro di fatturato pari all'1% del Pil. 400.000 soci. 120000 occupati. Oltre 6000 imprese attive sul territorio nazionale presenti in tutti i settori economici. AGCI, la centrale laica della cooperazione serra le fila del suo impegno a favore delle imprese associate nel corso della Conferenza Programmatica che si è aperta questa mattina a Roma all'Auditorium Via Veneto (via Veneto 89). Nel corso della Conferenza verrà consegnato un riconoscimento speciale alle donne impiegate negli uffici territoriali e nazionali AGCI, nelll'ottica di valorizzazione del territorio e delle pari opportunità, come obiettivo prioritario dell'Associazione.

Ascolto del territorio, sostegno alle cooperative, valorizzazione della diversità. Sono questi gli obiettivi primari di AGCI, Associazione rinnovata, propositiva, attiva, in cammino.

Questa è oggi l’Associazione Generale Cooperative Italiane, recentemente rinnovata nei vertici e nella Presidenza, riunitasi a Roma presso l’Auditorium via Veneto, nella Conferenza nazionale di Programma dal titolo eloquente  “Un’Associazione in cammino”.

I cooperatori e le cooperatrici sono la vera anima della nostra Associazione e quindi è nostro dovere saper valorizzare, e rendere concreta, quella cultura che meglio di ogni altra le nostre cooperative sanno quotidianamente esprimere e rappresentare” ha detto Brenno Begani, Presidente AGCI, nella sua relazione introduttiva, nella quale ha messo in chiaro i punti prevalenti dell’attività associativa:

- avvio di progetti per le politiche attive del lavoro, per formare e aiutare i giovani nell’inserimento al lavoro e facilitare il reinserimento a beneficio di chi lo ha perso;

richiesta di revisione della riforma del credito cooperativo, posizione motivata dalla difesa della mutualità, evitando il rischio che gruppi stranieri si impossessino delle banche italiane del territorio che hanno saputo dare risposte a famiglie artigiane e a piccole imprese;

- totale disapprovazione per la norma inserita nella legge di bilancio che disinvoltamente ha disciplinato la governance delle piccole cooperative allo stesso modo delle grandi;

- definizione e sottoscrizione di alcuni accordi importanti per le imprese associate e per i giovani, tra i quali a) sigla del Protocollo con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per favorire i percorsi di alternanza scuola-lavoro nelle nostre imprese; b) sigla del Protocollo con Unioncamere, che consentirà di assicurare alle cooperative aderenti un qualificato supporto nei percorsi di innovazione e di transizione digitale sull’intero territorio nazionale, attraverso la rete dei cosiddetti “PID”; c) accoglienza, presso le sedi e le cooperative che intenderanno aderire all’iniziativa, dei volontari del nuovo Servizio Civile Universaled) conferma della collaborazione con alcuni Atenei nell’organizzazione di Mastersull’economia cooperativa, che consentono di avvicinare ogni anno un numero crescente di laureandi e neolaureati al mondo della Cooperazione; e) ulteriori rapporti con scuole di specializzazione di alto profilo, che potranno rafforzare questo impegno a sostegno dei ragazzi, oltre a consentire all’Associazione ed alle imprese aderenti di esplorare nuovi percorsi di crescita e di conoscenza di nuovi mercati; f) collaborazione con un Incubatore certificato per accompagnare imprenditori o aspiranti tali nei percorsi di creazione ed aggregazione di progetti di sviluppo e di occupazione (AGCI potrà garantire consulenza strategica, spazi fisici, visibilità, attrezzature e strutture logistiche, formazione e sostegno nell’accesso al credito, servizi di networking), con lo scopo di favorire e supportare la promozione di nuove forme d’impresa, così come il restart di quelle già esistenti.

Nella sessione pomeridiana della Conferenza, i componenti della Presidenza Nazionale conferiranno un premio speciale a tutte le donne che da diversi anni svolgono con passione il proprio lavoro negli uffici territoriali e nazionali dell’Associazione. Un riconoscimento che vuole essere testimonianza concreta del loro impegno, della dedizione che con continuità hanno dimostrato e del loro forte senso di appartenenza ad AGCI e alla cooperazione tutta, ma soprattutto un riconoscimento al valore aggiunto rappresentato dalla professionalità femminile, in un’ottica di pieno ed effettivo riconoscimento delle pari opportunità.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi