CONTRATTI FILIERA, SOLO DUE BANCHE ACCREDITATE: MONTEPASCHI E SONDRIO. LE ALTRE AVVERTITE 20 GIORNI PRIMA

CONTRATTI FILIERA

Contratti di filiera? da come stanno le cose, se operatori interessati non sono accreditati in MontePaschi o Popolare di Sondrio, potrebbero non accedere

Tutti in attesa per i contratti di filiera. Ma, da come stanno le cose, se gli operatori interessati non sono accreditati presso MontePaschi o Popolare di Sondrio, potrebbe essere  impedita loro la possibilità di accedere all’importante misura agevolativa.

Lo scorso 10 agosto è stata pubblicata sul sito internet del Mipaaf (https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/11579 )  la circolare applicativa per l'attivazione dei contratti di filiera e di distretto in applicazione di quanto previsto dal D.M. n. 1192 dell’8.1.2016 recante “Criteri modalità e procedure per l’attuazione dei Contratti di filiera e dei Contratti di distretto e relative misure agevolative per la realizzazione dei Programmi”.

Strumento agevolativo a sostegno delle imprese nazionali del settore agroalimentare, giunto al suo quarto bando, per il quale è prevista una dotazione finanziaria di 60 milioni di euro in contributo conto capitale e 200 milioni di euro di contributo a tasso agevolato attraverso il Fondo rotativo di sostegno alle imprese.

L'obiettivo dei contratti di filiera e di distretto è sostenere investimenti di rilevanza nazionale nel settore agricolo, agroalimentare e delle agro energie promuovendo l'integrazione delle politiche di investimento dei diversi attori della filiera.

Il termine di presentazione dei programmi collegati ad un contratto di filiera è fissato a partire dal 27 novembre 2017 attraverso la modalità di presentazione “a sportello”  ovvero con conseguente istruttoria dei programmi presentati secondo un ordine cronologico di presentazione e fino all’esaurimento delle risorse disponibili (insomma della serie chi prima arriva meglio sta …).

Senonché tra la documentazione da presentare a corredo del contratto viene richiesta ai sensi dell’art. 1, comma 9 del Decreto del ministro delle politiche agricole alimentari e forestali n. 1192 dell’8 gennaio 2016  viene chiesta “la valutazione del merito di credito effettuata dalla Banca finanziatrice sul Soggetto beneficiario per la concessione del Finanziamento (pertanto, sia con riferimento al Finanziamento bancario sia con riferimento al Finanziamento agevolato) con il particolare non trascurabile che detta banca deve essere ricompresa tra quelle convenzionate con il Ministero.

Ma quante sono le banche con le quali ad oggi il Ministero ha sottoscritto la convenzione? Sono solo 2: la Banca Popolare di Sondrio e il Monte dei Paschi di Siena. O gli operatori interessati  sono accreditati presso detti Istituti o è impedita loro la possibilità di accedere all’importante misura agevolativa con buona pace per loro se si tratta di organizzazioni di rilievo nazionale,  pluri-referenziate presso i propri istituti di credito ma che non figurano tra quelli firmatari della convenzione tra il Ministero di Martina e cassa Depositi e Prestiti.

Solo in data 7 novembre scorso a firma del capo dipartimento Mipaaf viene pubblicata la circolare Prot. N.80408 del 07/11/2017 recante modalità e forme per la richiesta di iscrizione, da parte degli istituti di credito, all’elenco delle Banche autorizzate di cui all’art. 9 del DM. n. 1192 dell’8.01.2016 recante “criteri, modalità e procedure per l’attuazione dei Contratti di filiera e dei Contratti di distretto e le relative misure agevolative per la realizzazione dei Programmi.

Il tutto ad appena 20 giorni dall’apertura dello sportello di presentazione ed incuranti dei tempi istruttori delle banche che com’è noto non deliberano in pochi giorni la concessione di mutui a favore dei richiedenti (peraltro per investimenti compresi un range tra 4 e 50 milioni di euro …). A meno che non si tratti di clienti che possono avvantaggiarsi, rispetto agli altri, per il solo fatto di essere accreditati e referenziati presso i soli istituti bancari convenzionati ad oggi.

Qui di seguito AGRICOLAE pubblica i documenti di cui sopra:

CONVENZIONE CONTRATTI FILIERA

ELENCO BANCHE FINANZIATRICIl_31.10.2017

CIRCOLARE MIPAAF CONTRATTI FILIERA

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Reload Image

Enter Captcha Here : *

MORE ARTICLES

MOZZARELLA DI BUFALA, NEL 2012 REGIONE PUGLIA DICE SI A UNANIMITA A MODIFICHE. POI, DOPO QUERELLE GIOIA DEL COLLE, NEL 2017 CI RIPENSA. I DOCUMENTI
15/11/2017

MOZZARELLA DI BUFALA, NEL 2012 REGIONE PUGLIA DICE SI A UNANIMITA A MODIFICHE. POI, DOPO QUERELLE GIOIA DEL COLLE, NEL 2017 CI RIPENSA. I DOCUMENTIRUSSO: MIPAAF TRADISCE MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP. L'ABBATE: BASTA QUERELLE

Mozzarella di Bufala al centro delle polemiche. Non si placa la querelle tra la regione Campania e la regione Puglia sul formaggio più venduto d’Italia e più famoso all’estero: la mozzarella. E, tra una disputa e l’altra, si va avanti a suon di veti e documenti. E qualche volta, di […]

FILIERA ITALIA, CONSEGUENZA DELLA ‘LOTTA’ TRA LA CARNE E LA PASTA IN FEDERALIMENTARE? MA ANCHE DELL’OLIO DI PALMA..
09/11/2017

FILIERA ITALIA, CONSEGUENZA DELLA ‘LOTTA’ TRA LA CARNE E LA PASTA IN FEDERALIMENTARE? MA ANCHE DELL’OLIO DI PALMA..GIUSEPPE PELEGGI, EX AAMS, TRA I VERTICI

Potrebbe essere l’ex presidente dell’Agenzia per i Monopoli di Stato e delle dogane Giuseppe Peleggi tra i vertici di Filiera Italia, l’associazione che vede unite Coldiretti, l’industria della carne e Ferrero. Ma qual è il patto di sangue che lega i due giganti dell’industria (Ferrero e Cremonini) e il gigante […]

OCM VINO, SU ALLEGATO H DECRETO MIPAAF AMMETTE ERRORE E FA MEA CULPA

OCM VINO, SU ALLEGATO H DECRETO MIPAAF AMMETTE ERRORE E FA MEA CULPAECCO CIRCOLARE CORRETTIVA E LETTERA DI DI GIOIA

E’ senza fine il lodo Ocm vino: Da quanto apprende AGRICOLAE, non si placa la querelle segnalata già i giorni scorsi, in merito all’incompatibilità delle date per l’avvio dei programmi di promozione 2017-2018. L’attuale decreto Abate all’articolo 8 riguardante i termini di valutazione dei progetti infatti, al paragrafo 1 lettera […]