CREA: LA RICERCA ALLEATA DEGLI INSEGNANTI CONTRO STILI DI VITA SCORRETTI

Quali sono gli ingredienti per una buona educazione alimentare di cui un insegnante vorrebbe disporre? Il contenuto scientifico basato sulla evidenze della ricerca e validato dalle Istituzioni, l’immediata fruibilità didattica e l’efficacia comunicativa.  E proprio questa è la ricetta del nuovo Quaderno didattico della collana Quaderni CREA, messo a punto dal CREA Alimenti e Nutrizione, che verrà presentato mercoledì 7 febbraio, nel workshop organizzato in collaborazione con il Ministero della Salute e con il CNaPPS  (Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie e la Promozione della Salute).

Si tratta di uno strumento informativo che trasferisce ai docenti i dati dello studio ZOOM8, pubblicati nel rapporto ISTISAN e relativi all’alimentazione e all’attività fisica dei bambini della scuola primaria. Ed  è realizzato nell’ambito delle Misure educative di Accompagnamento a “Frutta e verdura nelle scuole”, il programma nazionale coordinato dal MiPAAF - in cooperazione con il MiUR, il Ministero della Salute e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome -  declinazione italiana del programma europeo  “School Fruit and Vegetables Scheme”, finalizzato non solo ad incoraggiare un maggiore consumo di frutta e verdura, ma anche a promuovere stili di vita sani. Un obiettivo non da poco, considerando che, secondo i dati COSI-OMS, sovrappeso ed obesità sono significativamente presenti nei bambini italiani.

Il progetto prevede - oltre alla distribuzione gratuita in classe di frutta e verdura - alcune Misure di Accompagnamento appositamente elaborate dal CREA: dalle diverse iniziative ludico-didattiche per gli alunni alle attività e agli strumenti, formativi e informativi, per insegnanti e famiglie,  disponibili sia su tutto il territorio nazionale  sia online. Solo lo scorso anno scolastico sono stati raggiunti oltre 370.000 bambini e più di 23.000 insegnanti.  In particolare, la formazione - che include, tra l’altro, 5 ore con gli esperti CREA - è stata, fino alla fine del 2016, un progetto esclusivamente italiano. I ricercatori del CREA Alimenti e Nutrizione hanno poi evidenziato, in uno studio svoltosi in 3 località italiane (ad alta, media e bassa  frequenza di eccesso di peso), che i bambini cambiano le loro abitudini se il loro insegnante è formato. E, altro dato interessante, le cambiano di più laddove ce n’è più bisogno, ovvero nelle regioni del Centro e del Sud Italia. Proprio per questo la formazione “all’italiana” - mirata, capillare, con una solida base scientifica ed istituzionalmente condivisa - non solo è stata portata ad esempio negli altri paesi, ma da quest’anno entra a tutti gli effetti nelle Misure del Programma europeo.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi