CREA LE ECCELLENZE RURALI. OGGI PARLIAMO DI PROGETTO NOVOROD

latteCREA LE ECCELLENZE RURALI

I protagonisti raccontano. Imprenditori, amministratori locali, soggetti del territorio sono i volti del progetto Eccellenze Rurali, realizzato nell’ambito delle attività della Rete Rurale Nazionale dal CREA Politiche e bioeconomia, per mostrare concretamente come la politica di sviluppo rurale sostiene lo sviluppo del settore primario, la sua competitività, la tutela e la cura dell’ambiente e qualità della vita delle aree rurali.

Il progetto Eccellenze rurali tocca tutte le Regioni italiane, documentando più di 100 esperienze che rappresentano la dimostrazione concreta del buon utilizzo di risorse pubbliche, strategiche nel determinare miglioramenti delle attività imprenditoriali e del territorio rurale.

 

 

OGGI PARLIAMO DI PROGETTO NOVOROD

(Valle di Diano - SA)

 

In Campania, aziende e ricerca cooperano per creare nuove opportunità

“…abbiamo avvicinato le imprese alla ricerca per trasferire innovazione al territorio…”

 

Nuove tecnologie per migliorare la competitività del comparto lattiero-caseario bovino.

Nell’area del Vallo di Diano, un'Associazione Temporanea di Scopo (ATS) ha promosso il progetto dal titolo “Validazione di nuove produzioni casearie e di alimenti zootecnici in grado di migliorare la qualità globale del nuovo sistema vacca da latte” (NOVOROD) per differenziare la produzione, creando formaggi alternativi alle paste filate tradizionali. L'iniziativa ha la finalità di proporre, attraverso nuove tecnologie di prodotto e di processo, formaggi a base di caglio vegetale estratto dalCarciofo Bianco di Pertosa (Presidio Slow-Food) e siero formaggi ottenuti dalla lavorazione del siero di scarto, arricchiti con i frutti di bosco degli Alburni.

Partecipano all'ATS 3 aziende agricole, 5 aziende zootecniche, 5 caseifici, 4 Enti di Ricerca. Capofila, la Fondazione MEDES, responsabile del coordinamento dei partner, e della divulgazione dei risultati. Il processo produttivo sperimentato (“validazione”) mira a introdurre sul mercato nuovi formaggi, apprezzati per le qualità nutrizionali-salutistiche legate sia alle innovazioni introdotte nel sistema produttivo che all’utilizzo di tipiche cultivar del territorio.

 

 

I FATTORI DELL’ECCELLENZA RURALE

1. Cooperazione tra aziende agricole, trasformatori e mondo della ricerca -> la cooperazione tra mondo produttivo e ricerca ha reso possibile la creazione di nuove opportunità di sviluppo della filiera, con la produzione di formaggi che uniscono cultivar locali (carciofo bianco e frutti di bosco degli Alburni) a metodi di produzione innovativi

2. Trasferibilità -> il modello di validazione sperimentato mira a sperimentare e trasferire innovazioni tecnologiche e di prodotto alle imprese e a rafforzare la collaborazione tra imprese e enti di ricerca

3. Divulgazione dei risultati: il progetto prevede azioni di promozione e diffusione dei risultati, di formazione e valorizzazione dei nuovi prodotti

 

Per sapere di più su questa azienda:

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/13706

 

 

PER SCOPRIRE LE ALTRE ECCELLENZE VISITA: www.reterurale.it/eccellenzerurali

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES