DDL AGGRESSIONI A SANITARI. ZAIA, PENE SEVERISSIME SENZA SE E SENZA MA, IN STRUTTURE DEPUTATE ALLA CURA È GRAVISSIMO PROCURARE LESIONI

image_pdfimage_print

“Finalmente nel contrasto alle aggressioni contro i medici e gli operatori sanitari si vede un po’ di luce. Ma al di là del percorso legislativo è indispensabile uscire senza se e senza ma da un equivoco sempre in agguato. In una struttura deputata alla cura, nessuna condizione personale e nessuna circostanza della vita possono giustificare un atto che provoca lesioni o infortuni di qualsiasi tipo ad altri. Medici, infermieri e gli altri operatori lavorano per la collettività e sono a pieno titolo un’istituzione”.

 

Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia accoglie la dichiarazione del ministro della Salute Speranza che si dice pronto a ricorrere ai poteri conferitigli dalla legge nei casi di urgenza qualora in Parlamento vi fossero dei rallentamenti nell’approvazione della norma riguardante le violenze perpetrate contro i professionisti della sanità in servizio.

 

“Non siamo disponibili ad accettare che le discussioni si dilunghino a cercare cavilli per attenuanti, scusando magari lo stato di alterazione per droga o alcol, l’irrequietezza per aver trascorso un’infanzia difficile o altre cose del genere – prosegue il Governatore -. Ci vuole una legge speciale che tuteli appieno i nostri operatori. Le pene devono essere severissime perché chiunque dimostra un atteggiamento violento contro i sanitari compie un atto gravissimo”.

 

“Senza provvedimenti fermi e certi – conclude Zaia – purtroppo, rischiamo di fare della maleducazione aggressiva un fatto culturale dal quale non ne usciremo. Le aggressioni di questo tipo sono un fatto, ormai, quasi quotidiano nelle nostre strutture; dobbiamo impedirle anche contrastandole con pene severissime, se è necessario, affinché ognuno prima di aprire la bocca o fare qualsiasi altro gesto sappia che gli operatori vanno trattati con educazione”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi