DL LIQUIDITA, DE CARLO, FDI: BANCHE FINISCONO PLAFOND E FANNO DISAMINA ANCHE PER PRESTITI 25MILA EURO. CHE SERVONO PER PAGARE LE TASSE. FA INORRIDIRE

In pratica gli agricoltori sono costretti a chiedere liquidità alle banche - che fanno la disamina e magari finiscono anche il plafond a disposizione - per poter pagare le tasse. Secondo il responsabile Agricoltura di Fratelli d'Italia alla Camera Luca de Carlo "tutto questo fa inorridire". E commenta con AGRICOLAE la notizia relativa al fatto che la Banca popolare di Bari ha finito il plafond per i prestiti da 25mila euro previsti dal decreto Liquidità annunciando la disamina per coloro che invece sono rientrati. "E' l'ennesima dimostrazione di come il decreto Liquidità sia un favore fatto alle banche", insiste il deputato Fratelli d'Italia. "E anche se era previsto che i decreti entro i 25mila euro fossero senza disamina da parte degli istituti di credito, ora è evidente come le banche in autonomia restringano i plafond e per tutti gli altri facciano la disamina".

"E' evidente - prosegue De Carlo - che questa è una furbata delle banche che sono state però messe in condizioni di farla da un decreto che costringe le imprese agricole a indebitarsi con le banche per chiedere liquidità per far fronte alle tasse che non sono state cancellate. Fa inorridire", conclude.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi