INTERROGAZIONE, GALLINELLA M5S CAMERA, SU CONTROLLO DISCARICA LE CRETE DI ORVIETO E INQUINAMENTO FIUME PAGLIA

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00789

presentato da

GALLINELLA Filippo

testo presentato

Martedì 23 ottobre 2018

modificato

Mercoledì 24 ottobre 2018, seduta n. 70

GALLINELLA, TERZONI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:

la discarica Le Crete, gestita dalla società Acea Ambiente Srl, è un cratere artificiale di 84 mila metri quadrati, aperto nei calanchi di argilla che chiudono la riva sinistra del fiume Paglia, sito in località di Pian del Vantaggio ad Orvieto;

la discarica è stata più volte oggetto di attenzione da parte della procura della Repubblica di Orvieto: già negli anni ’90 fu avviata un'indagine per verificare la quantità di liquami di rifiuti presenti nel fiume Paglia a seguito di importanti eventi meteorologici;

nel corso degli anni l'Acea, il comune di Orvieto e la regione Umbria, strinsero vari accordi per accogliere presso Le Crete rifiuti provenienti da altre regioni, in particolare dalla Campania e da Napoli, anche durante l'emergenza dei primi anni duemila. Su tali accordi si indagò a vario titolo, sia relativamente all'eccessiva quantità di rifiuti pervenuta in discarica rispetto ai protocolli firmati, sia sulla qualità non conforme degli stessi, tanto che si diffusero indiscrezioni anche sulla presenza di rifiuti radioattivi;

nel marzo 2015, il gestore della discarica, con nota prot. 100/15/PC dichiarava che nel corso delle ordinarie procedure di controllo del sito industriale Le Crete, era stato rilevato il superamento del Csc per il parametro del mercurio; tali valori vennero confermati anche dall'Arpa con la pubblicazione del monitoraggio 2014 relativo alle discariche dell'Umbria, e in seguito venne richiesta da più parti l'effettuazione di ulteriori controlli;

è importante ricordare che il fiume Paglia versa già in una situazione compromessa dal punto di vista ambientale a causa degli sversamenti delle miniere di cinabro del Monte Amiata, tanto da costringere l'interdizione della pesca volta al consumo alimentare;

nel giugno 2018 l'Arpa, anche in accordo con regione Umbria e comune di Orvieto, ha richiesto ad Acea di realizzare monitoraggi straordinari nella discarica per verificare le reali condizioni del sito e l'eventuale presenza di contaminazioni del suolo e sottosuolo dovute al conferimento, anche passato, di rifiuti pericolosi;

tali controlli avrebbero dovuto essere effettuati con il georadar, uno strumento non invasivo che, attraverso campi elettromagnetici, è in grado di verificare la presenza di fenomeni di inquinamento anche a diversi metri di profondità;

l'Acea ha risposto alla richiesta in senso negativo, adducendo la asserita mancanza di idonei e comprovati presupposti normativi;

da diverse fonti di stampa emerge che già due anni fa il consiglio regionale dell'Umbria aveva dato il «via libera» all'utilizzo del georadar all'interno della discarica Le Crete per verificare la presenza di sostanze pericolose per la salute dei cittadini;

ad avviso dell'interrogante, anche tenendo conto dell'ampiezza del concetto di controllo elaborato nel contesto del nuovo sistema agenziale, la tutela della salute dei cittadini e dell'integrità delle matrici ambientali non dovrebbe essere posposto ad alcun ostacolo burocratico o inerzia per di più da parte del gestore di una discarica –:

se sia a conoscenza di quanto esposto in premessa e se ritenga opportuno promuovere, per quanto di competenza, una verifica da parte del Comando dei carabinieri per la tutela dell'ambiente presso la discarica Le Crete di Orvieto nell'ottica di avere una visione più approfondita del problema dell'inquinamento del fiume Paglia su cui il sito di smaltimento rifiuti insiste;

se non ritenga opportuno adottare iniziative normative finalizzate a prevedere controlli straordinari da parte delle autorità pubbliche preposte alla protezione e alla tutela ambientale in casi come quello sopra richiamato.

(5-00789)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi