INTERROGAZIONE, VIVIANI LEGA CAMERA, SU RILANCIO PICCOLA PESCA ARTIGIANALE

Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-01189

presentato da

VIVIANI Lorenzo

testo di

Mercoledì 9 gennaio 2019, seduta n. 107

VIVIANI, BUBISUTTI, COIN, GASTALDI, GOLINELLI, LIUNI, LO MONTE e LOLINI. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

il «Bianchetto» è il nome commerciale attribuito al novellame del pesce azzurro pescato nel Mar Mediterraneo. Col termine generico di «novellame» si intendono gli stadi giovanili di molte specie ittiche. Tale tipo di pesce viene pescato mediante l'utilizzo di una particolare rete da pesca, cosiddetta sciabica;

le norme europee stabiliscono il divieto di pesca del «novellame» di sarda e alice ovvero di esemplari in fase giovanile, in quanto al di sotto della taglia minima consentita;

le pesche speciali del novellame sono vietate anche dall'ordinamento nazionale in coerenza con l'impegno, assunto a livello europeo e internazionale, ad adottare strategie precauzionali e cioè misure di protezione e conservazione degli ecosistemi marini, contenendo l'attività di prelievo delle risorse ittiche nei limiti di uno sfruttamento sostenibile e, quindi, compatibile con la naturale capacità di riproduzione delle risorse stesse;

la cornice giuridica internazionale ed europea attualmente in vigore consente di autorizzare la pesca di particolari specie ittiche di piccole dimensioni anche in età adulta, come il rossetto ed il cicerello, nonché del novellame di sarda - bianchetto in tutti i mari italiani tranne l'Adriatico;

per «pesca artigianale» o «piccola pesca», ci si riferisce a quei pescatori che «pescano in modo sostenibile» e hanno tre principali caratteristiche in comune: usano attrezzi a basso impatto ambientale, che riducono al minimo gli scarti, sono i proprietari delle imbarcazioni su cui lavorano e pescano quanto necessario per sostenere le loro famiglie;

la pesca del bianchetto è un tipo di attività di piccola pesca artigianale che rappresenta una realtà territoriale e tradizionale. Autorizzare la pesca del bianchetto vuol dire promuovere la crescita economica e difendere il ruolo sociale della «piccola pesca costiera artigianale», nel rispetto dei principi di sostenibilità ecologica;

questa tipologia di pesca rispetta i limiti naturali del mare e segue criteri di gestione sostenibile ed è legata alle tradizioni e consuetudini del mestiere ed è più affine a quei criteri di «artigianalità» che, per la loro sostenibilità intrinseca, fanno della piccola pesca una grande opportunità per il comparto –:

se intenda intraprendere ogni utile iniziativa, nelle sedi competenti, al fine di valorizzare l'attività tradizionale tipica delle marinerie italiane, nonché per rilanciare la piccola pesca artigianale di intere zone del territorio italiano in quanto essa rappresenta una grande opportunità non solo di tipo economico e commerciale, ma anche per una gestione unitaria e sostenibile delle risorse ittiche, della politica ambientale e della ricerca.

(5-01189)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi