ISTAT, COPAGRI: ALLARME POVERTA’ IN ITALIA

Dal 2005, ovvero da quando l'ISTAT ha iniziato a rilevare i livelli di povertà in Italia, la situazione è gravemente precipitata. Il 16,6% della popolazione, oltre 10 milioni di persone vive in condizioni di povertà relativa, mentre il 10%, oltre 6 milioni di persone, una su dieci, è povero assoluto, non può cioè permettersi di acquistare beni di prima necessità o usufruire dei servizi minimi indispensabili per una vita che possa dirsi dignitosa. Negli ultimi due anni la povertà relativa è rimasta pressoché stabile, mentre quella assoluta è peggiorata. Occorre insistere anche sull'apporto della produzione agricola per venire incontro alle esigenze degli indigenti, ma per non mettere a rischio la coesione sociale, oggi toccata da un altro record negativo per il Paese, occorre un ampio disegno di investimenti per rafforzare gli aiuti indispensabili a chi vive in queste drammatiche condizioni, coinvolgere chi può effettivamente incidere in positivo sui consumi e sostenere le imprese a livello fiscale e contributivo nel rilancio dell'occupazione. Per tutto ciò è decisiva la riduzione delle tasse, ma anche una peculiare riduzione della spesa pubblica improduttiva sia a livello centrale che territoriale, che oggi poggia, come più volte richiamato dalla Corte dei Conti, su una pletorica struttura amministrativa a tutti i livelli, ripartita in numerosissimi, e spesso inutili, centri, autorità, enti, agenzie, commissioni, comunità, società miste, istituti etc. Tutti, o quasi, autonomi centri di spesa,

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi