MIPAAF, ECCO IL DECRETO DI RIORGANIZZAZIONE DEL MINISTERO PRONTO PER IL CDM. TRE DIPARTIMENTI: POLITICHE UE, COMPETITIVITA E TRASPARENZA

image_pdfimage_print

Da quanto apprende AGRICOLAE è pronto per il Cdm di Palazzo Chigi il decreto per la riorganizzazione del Mipaaf.

Tra i punti salienti l’articolo 1, che disciplina l’organizzazione del Ministero nei seguenti dipartimenti:

-Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale.

-Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca e dell’ippica.

-Dipartimento dell’ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari.

All’articolo 5, con provvedimento del ministro viene individuato, tra i dirigenti di I fascia del ministero, il responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza.

All’articolo 6 alle dipendenza funzionali del ministro troviamo poi il Comando delle unità forestali, ambientali e agroalimentari dell’Arma dei carabinieri, ed il reparto pesca marittima del Corpo delle capitanerie di porto.

Agli articoli 7 ed 8 si delibera infine in materia di dotazioni organiche e misure attuative e sulle relative disposizioni finali.

Di seguito AGRICOLAE pubblica il testo integrale del decreto di riorganizzazione del Mipaaf:

DPCM MIPAAF

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi