OCM VINO, ECCO CONSUNTIVO DEL PIANO NAZIONALE DI SOSTEGNO 2018. TUTTI I DATI E LE REGIONI IN DIFFICOLTA. ANCORA NULLA PER BANDI PROMOZIONE

Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, attraverso la pubblicazione del decreto 3815/2017 a firma del capo dipartimento delle politiche europee ed internazionali Giuseppe Blasi, ha reso noto il consuntivo del Piano nazionale di sostegno vino relativo all’esercizio comunitario 2018.

Il quadro generale, nel complesso, appare estremamente positivo per il nostro Paese ed evidenzia tutte le capacità del settore vitivinicolo italiano di sostenere, attraverso gli importanti finanziamenti comunitari, la competitività delle nostre produzioni.

Non mancano tuttavia le solite note negative riferite alla incapacità di diverse Regioni, ormai conclamata da diversi anni di trend negativi, di riuscire a sostenere l’export del vino italiano di qualità attraverso l’utilizzo dei fondi destinati alla promozione del vino europeo nei paesi extra UE.

In tale contesto, appare paradossale, per certi versi, che proprio le regioni che hanno difficoltà a presentare programmi di investimento promozionali destinati, a loro volta, a sostenere la vendita delle proprie produzioni di qualità DOCG, DOC e IGT in confezioni commerciali nei mercati extra UE, come la Sardegna (-41,8%), il Lazio (-41,45%), la Puglia (-24,62%) e la Sicilia (-24,33%), siano al contrario quelle con i maggiori incrementi di spesa per gli investimenti nelle cantine. Investimenti strutturali inversamente proporzionali alla capacità di accrescere il valore del nostro export.

Sicuramente sulle performance negative di queste regioni ha anche pesato e purtroppo continuerà a pesare

il quadro normativo di riferimento (Decreto Martina) che molte perplessità ha destato e continua a destare tra gli operatori italiani del settore che vista la sua vigenza continueranno, in generale, ad essere penalizzati rispetto ai colleghi europei.

Gli operatori confidano che il nuovo ministro Centinaio abbia a cuore le sorti del settore, vero traino dell’export agroalimentare italiano, e si decida al più presto ad attivare un tavolo tecnico con le organizzazioni per una profonda rivisitazione del disposto normativo adeguato ad una strategia nazionale che mai è stata attivata dal Ministero da quando è entrata in vigore la nuova OCM vino (2008-2009).

Nel contempo, nonostante il nuovo parere emesso dalla DG AGRI lo scorso 27 giugno che ha salvato la promozione italiana negli USA e in Canada, tutto tace dagli uffici ministeriali (che nell’ambito del PNS di sostegno vino hanno la competenza per la sola misura della promozione sui Paesi terzi mentre tutte le altre misure fanno capo alla direzione generale di Felice Assenza) sul fronte dell’atteso decreto che dovrà stabilire le modalità di accesso alla misura promozione per l’esercizio 2018/2019. Un quadro temporale sempre più allarmante per gli operatori del settore che potrebbero confrontarsi con termini di presentazione dei propri programmi promozionali a ridosso dell’ormai imminente periodo feriale e delle successive operazioni vendemmiali, con il rischio di trovarsi di fronte bandi che anziché introdurre le sempre auspicate semplificazioni procedurali potrebbero recare pericolosissime ed ingiustificate complicazioni.

Il Consuntivo:

PNS VINO Consuntivo 2018

Rimodulazione dotazione finanziaria:

2018_3815_Rimodulaz.Dotaz.Finanz.2018

Per saperne di più:

OCM VINO PROMOZIONE. LA DG AGRI UE ACCOGLIE LE TESI ITALIANE. SALVA LA PROMOZIONE EUROPEA NEGLI USA E CANADA. ECCO LA LETTERA

 

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi