PSR 2014-2020: IL PIEMONTE E’ LA REGIONE CON PIU’ FONDI EROGATI AD APRILE

print

Nel Centro - Nord il Piemonte è tra le prime Regioni per liquidazione di contributi alle aziende agricole attraverso il Programma di sviluppo rurale nel periodo 2014-2020.

Sono 553 i milioni di contributi liquidati dalla Regione Piemonte attraverso i bandi del Psr 2014-2020, ovvero il 51,33% di avanzamento su una dotazione finanziaria complessiva di circa 1 miliardo di euro assegnata al Psr 2014-2020, attraverso i fondi europei Feasr, statali e regionali.

In particolare nel mese di aprile 2020, in piena emergenza Covid, la Regione Piemonte ha liquidato 20 milioni di euro, collocandosi al primo posto tra le Regioni del Centro -Nord per risorse erogate, come risulta dal confronto tra le Regioni fornito recentemente da Agea, l’Agenzia statale per le erogazioni in agricoltura.

 

“Un ottimo risultato – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura e Cibo, Marco Protopapa – ottenuto grazie al lavoro continuativo e capillare dei funzionari regionali dell’Assessorato all'Agricoltura in collaborazione con Arpea, l’agenzia regionale piemontese per l’erogazione in agricoltura, che è proseguito durante i giorni dell’emergenza Covid. Un’azione importante e necessaria per dare un aiuto concreto alle nostre aziende agricole, che necessitano di liquidità per affrontare la crisi determinata dall’emergenza sanitaria in atto”.

 

Ad oggi, dal mese di gennaio al 20 maggio 2020, Arpea comunica che sono stati liquidati alle aziende piemontesi attraverso le misure del Psr, oltre 58 milioni di euro.

In particolare sono stati erogati:

- 16,5 milioni di euro – di cui 3,6 milioni di euro ai giovani agricoltori – attraverso la misura 4, per investimenti nelle aziende per il miglioramento economico e ambientale; la trasformazione e commercializzazione dei prodotti; lo sviluppo, ammodernamento e adeguamento in agricoltura e silvicoltura.

 

- 3,5 milioni di euro attraverso la misura 6, destinati all’insediamento e al sostegno dei giovani agricoltori.

- 16,3 milioni di euro attraverso la misura 10, destinati all’agroambiente

- 3,4 milioni di euro attraverso la misura 11, a sostegno dell’agricoltura biologica