VINO, LA QUALITA’ PREMIA LA PUGLIA

vino1Puntare sulla produzione di qualità, che in tre anni è triplicata, sostegno alle imprese, riforma delle Doc, e un innesto fra ricerca, attività accademica e mondo produttivo. Questa è la ricetta vincente che ha portato la Puglia a salire sul podio dell’enoturismo internazionale grazie al riconoscimento di “top wine destination” che le è stato assegnato dalla rivista internazionale “Wine Enthusiast”, che l’ha eletta fra le migliori 10 destinazioni turistiche a livello mondiale. A ricordarlo nel corso di una conferenza a Roma, sono stati il presidente Nichi Vendola, l’assessore regionale all’Agricoltura Dario Stefano e il presidente del Consorzio Movimento Turismo del Vino Puglia Sebastiano de Corato. Il vino pugliese non è più un “desaparecido”, innanzitutto grazie alla valorizzazione del vino di qualità. “Prima facevamo il vino per gli altri. Dal 2009 al 2012 – ha sottolineato Vendola - siamo passati dal 20 per cento di vino imbottigliato a denominazione (Dop e Igp) al 60 per cento. Un dato incredibile che è merito dei finanziamenti alle imprese. Non abbiamo distribuito finanziamenti a pioggia, ma sostenuto il nostro sistema produttivo. A questo si è accompagnato un “innesto” con la ricerca e l’attività accademica”. Il prossimo passo è la riforma delle Doc: “Non abbiamo bisogno di 30 Doc senza valore – ha spiegato l’assessore Stefano – ma di 5 che siano disegnate sui vitigni autoctoni”. Negroamaro, Primitivo e Nero di Troia ma non solo. “Lunedì – ha anticipato – presenteremo il disciplinare del Fiano Doc di Puglia. Un vino ritenuto finora a torto esclusivamente campano”. L’assessore ha ricordato la vittoria ottenuta con  “il marchio prodotti di qualità di Puglia” e ha rinnovato l’impegno contro ‘l’apulian sounding’, anche dicendo no all’Igp Burrata di Andria che “non può essere fatta con il latte che viene chissà da dove”. Intanto una “battaglia” giù vinta è stata quella sul vino rosato, di cui ha ricordato Vendola “la Puglia produce la metà di tutto il paese”. La Regione Puglia ha ora in programma, sulla scia del riconoscimento ottenuto, un articolato programma di iniziative che si svilupperanno per l’intero anno e che prevedono degustazioni e un concorso destinato ai lettori americani.

elf

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi